Carpeggiani "La serie B è in crisi economica"

06.05.2010 11:43 di Raffaella Bon   vedi letture

Il campionato si sta concludendo e già tiene banco il mercato, ma non solo dei giocatori. Diverse sono le panchine in bilico o che, a fine stagione, cambieranno padrone, pertanto il mercato dei tecnici è più vivo che mai. Bruno Carpeggiani, uno dei più famosi procuratori, ci racconta così cosa vede lui per l'anno nuovo e ci aggiorna anche sulla situazione di alcuni suoi assistiti.

A due giornate dalla fine, come vede questo finale di campionato?
"Per la vittoria dello Scudetto, a rigor di logica, dico Inter, ma è anche vero che nel calcio non c'è logica. In coda, invece, penso che per l'Atalanta sia una missione impossibile".

Benitez alla Juventus arriverà realmente?
"Sentendo e leggendo i giornali penso che non sia ancora chiaro quello che sarà il nuovo allenatore della Juventus".

Giampaolo andrà all'Udinese?
"Non credo sia così scontato. Qualche mese fa avrei detto sì e ora è difficile capire perché l'Udinese rimane molto abbottonata".

Prandelli si incontrerà con Della Valle. Per lui un futuro ancora a Firenze?
"La Fiorentina ha ribadito che Prandelli rimane, l'incontro con Della Valle penso servirà per programmare il futuro".

Per quanto riguarda altre panchine vede spostamenti?
"Non vedo nessun spostamento. Guidolin ha un contratto con il Parma, Gasperini con il Genoa e non vedo perché debbano andarsene. Anche Delneri penso rimanga alla Sampdoria, a maggior ragione se la squadra raggiungerà la Champions".

A Cagliari chi andrà?
"Non mi sento di fare nomi, ma quello che è certo è che a Cagliari hanno adottato una politica basata sui giovani".

Mourinho lascerà l'Inter in caso di vittoria della Champions League?
"Non conosco bene le dinamiche dell'Inter, ma non credo che Moratti lascerà andare Mourinho molto facilmente".

Al Milan vede la coppia Tassotti-Galli?
"Evidentemente hanno adottato una politica al risparmio".

Passando ai giocatori, Balotelli lascerà l'Inter?
"Questo bisogna chiederlo a Raiola".

Vede qualche colpo per il mercato di serie A?
"Per aspettarsi qualche colpo è ancora presto, bisognerà vedere anche tenendo conto della situazione economica in cui viviamo".

In serie B, invece, tante squadre si trovano in difficoltà. Che mercato vede?
"Ci sarà sicuramente un drastico ridimensionamento dei budget".

Parlando dei suoi assistiti, le è preso un colpo quando Di Natale ha detto di voler chiudere la carriera in caso di vittoria al Mondiale?
"Subito sì, ma poi ha detto che era una battuta e anche ieri lo ha ribadito. Lui non si muove e rimane a Udine".

Per Rodriguez ci sono novità?
"Sto sempre aspettando notizie dalla Juventus, non ho più sentito nessuno. Tra due settimane finisce anche il campionato argentino e, perciò, andrò là".

Per altri suoi assistiti ci sono novità?
"Dispiace per Marchionni che non è stato convocato da Lippi in questo stage, a questo punto è difficile che possa andare ai Mondiali. Per gli altri vediamo cosa succede da qui a fine campionato".