Toro, Fofana non è l'unico da tener d'occhio a Udine

15.10.2019 11:52 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Toro, Fofana non è l'unico da tener d'occhio a Udine

Con tanti nomi tra le seconde e terze linee granata di interesse per la dirigenza dell'Udinese, sul potenziale percorso inverso c'è sempre Seko Fofana. Inesploso dopo l'exploit del 2016/17, il centrocampista ivoriano di scuola Manchester City resta nella lista di mercato di casa Toro, che, esterni e trequartisti esclusi, ha lasciato immutato il reparto mediano rispetto alla stagione scorsa. Ma non è solo l'ex-Fulham, nemmeno sicuro del posto in squadra domenica, a poter suscitare l'attenzione della dirigenza granata, in vista della gara della Dacia Arena.

A parte gli ovvi Musso e De Paul, è soprattutto la difesa friulana a presentare nomi interessanti: da Samir a Opoku, da Troost-Ekong a Jens Stryger Larsen (in foto), laterale destro nel 3-5-2-proposto da Tudor. Arrivato in Italia, a Udine, nell'estate 2017, quest'ultimo, classe '91, nel giro della nazionale danese, si è dimostrato fin da subito tutt'altro che intimorito dai giganti della Serie A, affermandosi come titolare pressoché inamovibile della compagine zebrata. Rendimento costante, propensione al cross, all'assist, e ai raddoppi di marcatura, Stryger Larsen, capace di disimpegnarsi anche sul centro-destra di una difesa a tre, potrebbe rappresentare un buon innesto a basso costo, specie nella prospettiva di uno slot libero sulla fascia destra dell'organico granata. Contratto valido fino al giugno 2022, 4 milioni di euro la valutazione di mercato per Transfermarkt.de, il danese, intanto, fronteggerà chi tra Ansaldi e Laxalt solcherà la mancina agli ordini di Mazzarri.