Torino il tuo ex Bjelanovic all’Istra ha qualche talento da proporre a prezzi abbordabili

14.11.2023 13:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tmw
Sasa Bjelanovic
TUTTOmercatoWEB.com
Sasa Bjelanovic

Direttore sportivo dell'Istra in Croazia, l'ex centravanti Sasa Bjelanovic, tra le altre squadre del Torino nella stagione 2007-2008, è tra i volti noti presenti a Estoril, in Portogallo, per il TransferRoom Summit. "E' un evento importante per i club, anche quelli più piccoli come il nostro. C'è sempre un motivo per esserci, siamo qui per proporre i nostri giocatori ma, perché no, cercare anche qualcosa in entrata per gennaio", ha spiegato a Tuttomercatoweb.com.

Che campionato sta vedendo in Italia?
"Sembra stia andando in direzione Inter contro Juventus. L'Inter sta dimostrando di essere una squadra ottima, la Juve poi ha il vantaggio di non giocare in Europa e può concentrarsi sul campionato e lo sta sfruttando al meglio. Milan e Napoli hanno ora un gap, diciamo che credo che se la giocheranno Inter e Juventus".

In un campionato dove mancano però le stelle croate come un tempo.
"Fino a qualche anno fa ci sono stati tantissimi croati, da Brozovic a Perisic, da Kalinic a Mandzukic, Pjaca al suo meglio... Spero che ci sia un periodo così, in Croazia ci sono sempre giovani interessanti. A volte alle italiane manca il coraggio di prenderli, c'è sempre il dubbio 'è pronto o no', le italiane cercano sempre certezze che nel calcio non puoi mai avere".

Chi sono i talenti del vostro Istra?
"Siamo una squadra piccola, ma abbiamo Lisica un esterno 2003, poi c'è Valincic, terzino destro interessante, Mauric del 2003 mezzala sinistra. Giocatori sul mercato interessanti e con prezzi accettabili... Per adesso".

Interessante, un ex calciatore granata che divenuto direttore sportivo ha giocatori di prospettiva che potrebbero essere utili al Torino sia per i ruoli in cui giocano sia per il prezzi dei cartellini abbordabili. Magari fare una telefonata a Sasa Bjelanovic e poi fare un viaggetto fino a Pola in Croazia, non è neppure troppo lontano, per visionare questi ragazzi potrebbe essere un’idea, magari.