Il futuro di Nkoulou può passare da Napoli: ecco come

01.03.2021 10:39 di Claudio Colla   Vedi letture
Il futuro di Nkoulou può passare da Napoli: ecco come
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Quasi scontato, ormai, il suo addio al Toro a parametro zero, dopo quattro stagioni fatte di gioie e anche di dolori, il prossimo futuro di Nicolas Nkoulou, trentun anni da compiere il 27 marzo, potrebbe essere nel calcio inglese. Lo rivorrebbe alla propria corte, infatti, l'argentino Marcelo Bielsa, che lo aveva già allenato a Marsiglia tra il 2014 e il 2015, con un quarto posto in Ligue 1 conseguito e un ottimo rendimento complessivo, dal punto di vista individuale, del camerunese. Tra le file di un Leeds United che aspira a qualcosa in più dell'attuale status della squadra di metà classifica, più che apprezzabile considerato il lungo periodo trascorso nel purgatorio della Football Championship, e che guarda verso l'Italia anche per altri potenziali colpi di mercato (uno tra tutti, Rodrigo De Paul).

Credibile un abboccamento, considerato il rispettivo status di giocatore e club, a far posto in squadra a Nkoulou potrebbe essere... il Napoli. Con un reparto difensivo dei "Peacocks" infatti tendenzialmente blindato, quanto meno nei suoi elementi essenziali (il capitano Cooper, insieme a Koch e a Diego Llorente, arrivati lo scorso settembre, rispettivamente da Friburgo e Real Sociedad, per un investimento complessivo di quasi 35 milioni di euro), a partire potrebbe essere il più giovane del gruppo, il classe '99 belga-olandese Pascal Struijk: rappresentato dalla Forza Sports Group, che un anno e mezzo fa aveva portato in Italia Lasse Schöne, su Struijk potrebbe mettere a breve le mani, al netto della concorrenza del Leicester City, proprio il club partenopeo, in cerca di un vero e proprio erede di Kalidou Koulibaly. Pescare dalla scena belga, d'altra parte, ormai quasi sette anni fa, ha decisamente dato buoni frutti.

Per aspirare a un posto al sole nelle prime sette posizioni di Premier, il Leeds di Bielsa sembra dunque intenzionato a sacrificare la prospettiva, e puntare all'immediato, con un innesto di provata esperienza e spendibilità, anche da altil ivelli, istantanea. Affare che, naturalmente, sarebbe propiziato dalla condizione di svincolato, che Nkoulou acquisirà (salvo rinnovo di contratto, ipotesi al momento piuttosto improbabile) dopo il termine della stagione in corso, e dalla creazione di un slot libero nell'organico difensivo, conseguenza proprio della possibile (redditizia) cessione di Struijk. Un ulteriore tassello, per ora in astratto, a testimoniare la necessità del Toro di rifondare, almeno in parte, il proprio reparto di retroguardia.