Reset al mercato invernale: sempre più lontano Pulgar

18.01.2021 10:31 di Claudio Colla   Vedi letture
Reset al mercato invernale: sempre più lontano Pulgar
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

A prescindere dall'effettiva possibilità di riuscita dell'operazione, proprio non sembra nelle carte, al momento, l'approdo di Erick Pulgar (in foto) tra le file del Toro. Come metronomo di centrocampo, un po' per espressa volontà di Davide Nicola, tecnico il cui arrivo ufficiale al timone granata è ormai imminente, un po' per le richieste da lidi più allettanti per il playmaker della Fiorentina, la scelta sembra ora poter cadere su Lasse Schöne. Recentemente svincolatosi dal Genoa, il trentaquattrenne centrocampista centrale danese, dal lungo passato in maglia Ajax, e allenato l'anno scorso proprio da Nicola, è un profilo che risponde all'esigenza di un innesto di provata esperienza lì in mezzo, per imprimere al gioco, specie in fase di manovra, ritmo e cervello che lungo la stagione in corso sono troppo spesso mancati. Un usato sicuro da cui ripartire.

Per quanto riguarda il cileno, ventisette anni compiuti appena tre giorni fa, l'esperienza di Firenze potrebbe essere in ogni caso giunta al capolinea. Tante le sirene accesesi in sua direzione dalla Liga spagnola (Betis Siviglia, Granada, Valencia, addirittura l'Atletico Madrid, prima che puntasse su quel Torreira che potrebbe finire per essere proprio il suo sostituto in viola), Pulgar potrebbe invece trovarsi a scegliere tra una permanenza nel torneo italiano, approdando su sponda Sassuolo, e potendo così giocarsi la corsa verso un posto al sole per le prossime coppe europee, e un prestigioso sbarco in terra d'Albione, col Leeds United di Marcelo Bielsa avviato verso una seconda parte di stagione da lidi di metà classifica, con lo sguardo verso la parte alta della classifica. Tutte da rivalutare, al momento, le già ridotte possibilità di uno scambio, più o meno alla pari, Izzo-Pulgar.