L'Ungheria di Marco Rossi chiude la Nations League con un successo (bello ma inutile) sulla Finlandia

I magiari continuano la loro crescita: obiettivo dell'ex difensore torinista è la qualificazione all'Europeo 2020
19.11.2018 17:20 di Giuseppe Livraghi   vedi letture
L'Ungheria di Marco Rossi chiude la Nations League con un successo (bello ma inutile) sulla Finlandia
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luigi Gasia/TuttoLegaPro.com

L'Ungheria allenata dall'ex difensore granata Marco Rossi ha chiuso quest'edizione della Nations League con un successo casalingo 2-0 (reti di Szalai al 29' e di Nagy al 37') sulla Finlandia, nella partita valida quale ultima giornata del girone 2 della Lega C. La vittoria sui già promossi finlandesi ha consentito ai magiari di chiudere il raggruppamento al secondo posto, sorpassando la Grecia (sconfitta a domicilio per 0-1 dall'Estonia). Gli uomini di Rossi restano in Lega C, con il rammarico d'aver buttato al vento la possibile promozione a causa dell'incredibile pareggio 3-3 col quale sono stati, alla quarta giornata, bloccati in Estonia: in caso di successo nel paese baltico, la sfida dell'ultima giornata coi finlandesi sarebbe stata un vero e proprio "spareggio", con gli ungheresi favoriti dal fattore campo. Rossi, che allena in Ungheria dal 2012 (ad eccezione della stagione 2017-'18, trascorsa in Slovacchia al DAC Dunajská Streda) e che nel 2017 ha portato allo "scudetto" la Honvéd Budapest (dopo un digiuno durato 24 anni), è stato chiamato a guidare la Nazionale lo scorso 28 giugno, con l'obiettivo di conquistare la qualificazione al prossimo campionato Europeo "itinerante" del 2020.