Gorobsov: "Sono determinato a tornare e fare bene con il Toro"

27.01.2014 11:05 di Matteo Maero Twitter:    vedi letture
Fonte: Radio Granata
Gorobsov: "Sono determinato a tornare e fare bene con il Toro"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Un protagonista del Torino 2009/2010 si racconta a Radio Granata. Stiamo parlando di Nicolas Gorobsov, centrocampista classe 1989 in forza al Politechinca Timisoara, che si è gentilmente prestato ad un intervista in cui si è parlato del suo passato granata, del suo presente rumeno e del suo futuro.

"Seguo il Torino dalla Romania, - Afferma Nicolas - non solo perché è de facto la mia squadra, ma anche perché la tifo. Europa? Possiamo raggiungerla, stiamo giocando bene, ma la penso come i miei colleghi: per ora, meglio rimanere con i piedi per terra".

Poi, una menzione sulla sua attuale squadra: "Sono tornato a Timisoara dopo l'esperienza nel 2011, perciò mi sono subito ritrovato bene, per me non è un problema adattarmi in una rosa. Gioco spesso e volentieri davanti alla difesa, ma mi trovo bene in qualsiasi ruolo del centrocampo. Il Poli è una squadra con buone individualità, lottiamo per fare un campionato tranquillo e salvarci prima del tempo."

Immancabile il ricordo del suo periodo al Toro: "È un ricordo molto vivo. All'inizio Colantuono mi preferiva altri giocatori, come Loviso, ma pian piano, con il buon lavoro, ho saputo ritagliarmi uno spazio. Purtroppo quell'anno andò male, fummo sconfitti ingiustamente ai Play-off contro il Brescia. In rosa ho legato molto con alcuni giocatori come Lys Gomis e Sergiu Suciu, mentre i miei punti di riferimento erano sicuramente Di Michele e Bianchi, da cui ho imparato molto."

Infine, un pensiero sul futuro: "Un opinione su Ventura? È un ottimo allenatore, è un peccato che non abbia potuto lavorare di più con lui, ma quando è arrivato ero già fuori dal progetto tecnico. Ritorno in Granata? Spero di sì, sono determinatissimo a giocare le mie carte e dimostrare le mie capacità al Toro, ma se non dovesse avvenire, troverò un'altra sistemazione. Ora penso al Timisoara."