ESCLUSIVA TG – Romano: “Credo che il Toro darà anche quest’anno continuità di risultati”

11.09.2014 07:15 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
ESCLUSIVA TG – Romano: “Credo che il Toro darà anche quest’anno continuità di risultati”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Pasquinucci

Francesco Romano è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Romano è un ex calciatore che ha militato dal 1989 al 1991 nel Torino. Attualmente è un procuratore sportivo. Con lui abbiamo parlato della sua ex squadra che nella prossima partita affronterà la Sampdoria.

 

Iniziando con la Sampdoria il Torino scenderà in campo tra campionato ed Europa League sette volte nel prossimo mese, si può dire che sarà un periodo verità che farà capire quanto vale la squadra?

“Più che un periodo verità direi un arco di tempo nel quale verrà messo alla prova quello che di buono è stato fatto in sede di calciomercato. Credo che il Torino sul mercato abbia lavorato proprio per far fronte a tutti gli impegni. I granata sono stati bravi in un momento delicato com’è quello della preparazione estiva ad entrare nella fase a gironi dell’Europa League e adesso con tutti gli effettivi si preparano e ritengo che saranno pronti per questo tour de force di sette partite in un mese, dico questo proprio perché la dirigenza ha operato bene in tutti i reparti”.

 

I tifosi si chiedono se con gli addii di Immobile e Cerci il Torino si è rafforzato a sufficienza. E’ vero che sono arrivati giocatori esperti come Molinaro, Quagliarella, Nocerino, Amauri e Castellazzi, però ci sono anche tanti giovani tutti ancora da scoprire. Lei che cosa può dire ai tifosi?

“E’ normale che non avere più due giocatori come Cerci e Immobile per quello che hanno fatto e quello che stanno facendo, penso soprattutto a Immobile con la Nazionale e a quello che potrà fare Cerci con l’Atletico Madrid, sicuramente si sono persi due protagonisti, ma il Torino ha preso dei giocatori affidabili e quindi credo che non ci debba essere preoccupazione, perché chi è arrivato oltre ad avere qualità ha anche senso di appartenenza, almeno è quello che io ho capito dalle prime dichiarazioni rilasciate dai nuovi, quindi credo che per la tifoseria granata possa essere un bel segnale. Ovviamente sarà il campo a dire il reale valore della squadra, ma io starei tranquillo e sereno proprio perché la dirigenza ha sostituito due eccellenti calciatori con degli ottimi professionisti e credo che ci saranno delle soddisfazioni per i tifosi e continuità di risultati con la stagione passata, sono ottimista”.

 

Come vede Sampdoria e Torino che si affronteranno domenica all’ora di pranzo?

“Penso che sarà una partita bella da vedere perché ci sono due tecnici che non speculano e non scendono in campo a specchiarsi, ma per imporre il proprio gioco e hanno due squadre che non si accontentano proprio per la mentalità degli allenatori. Sampdoria-Torino può essere la partita più importante del week end perché entrambe le formazioni hanno voglia di fare risultato a prescindere”.

 

Secondo lei i valori in campo sono equivalenti o una delle due squadre è più forte dell’altra?

“Il valore della partita giocata in casa per la Sampdoria può essere pareggiato dalla voglia di fare punti a tutti i costi a Genova da parte del Torino, quindi diventa una partita da tripla anche per i motivi che ho detto prima, ovvero la mentalità che hanno le due squadre di cogliere punti in ogni partita”.