ESCLUSIVA TG – Agostinelli: “Vedo il Torino favorito sul Bologna perché gioca in casa”

26.11.2015 07:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per Torinogranata.it
ESCLUSIVA TG – Agostinelli: “Vedo il Torino favorito sul Bologna perché gioca in casa”
TUTTOmercatoWEB.com

Andrea Agostinelli è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Agostinelli è un allenatore, attualmente è commentatore delle trasmissioni sportive di Mediaset, con lui abbiamo parlato della prossima sfida fra Torino e Bologna.

Il Torino con la vittoria sull’Atalanta si è ripreso da un periodo difficile e il Bologna da quando è allenato da Donadoni ha ottenuto risultati positivi. Che sfida sarà fra queste due squadre?

“Una partita molto interessante, una che può aver ritrovato la strada come il Torino e l’altra che è in una fase di grande autostima, il Bologna. Personalmente vedo favorito il Toro perché gioca in casa, anche se il Bologna vorrà continuare la striscia positiva”.

Tatticamente che cosa ci si può aspettare dai due allenatori?

“Secondo me il Bologna disputerà una partita di contenimento e vedremo poi che modulo adotterà. Il Torino soprattutto perché gioca in casa vorrà fare la partita puntando sui soliti cinque centrocampisti o su quattro più il trequartista. Al Bologna può stare bene anche il pareggio, quindi serrerà i ranghi e può farlo anche molto bene, il Toro invece deve vincere per dare continuità alla ripresa che ha avuto con la vittoria sull’Atalanta. Ogni partita fa storia a sé e alle volte si ha la fortuna di affrontare una grande in un momento che non è in forma oppure la sfortuna di incontrare una piccola che sta a duemila, come adesso il Bologna. Oggi i felsinei non sono quelli di un mese e mezzo fa e i risultati lo dimostrano”.

Gli attaccanti del Torino sono sotto osservazione perché stano segnando poco, lei li ritiene un po’ in crisi?

“Ci sono dei momenti in cui gli attaccanti fanno fatica a segnare, ma in assoluto non è un problema perché il Toro ha punte di categoria medio-alta e Quagliarella, Maxi Lopez e Belotti hanno tutti e tre qualità indiscusse. E’ facile che sabato gli attaccanti granata si sveglino e facciano una grande partita”.

Nell’ultimo periodo la difesa del Torino era stata messa in discussione perché subiva troppi gol, anche se difensori e soprattutto centrocampisti hanno dato una mano in termini di reti segnate. Ritiene che i granata vadano verso la “normalizzazione” visto che l’Atalanta non ha segnato?

“Sì, perché il problema del Toro non è sicuramente di amalgama poiché gioca da anni con la stessa difesa, un po’ come la Juventus. Le difficoltà dell’ultimo periodo, infortuni a parte, secondo me dipendono dal calo di forma di qualche giocatore, appena tutti ritroveranno la condizione non avranno più problemi e torneranno a essere quelli di sempre”.

Che cosa pensa del centrocampo del Torino?

“E’ giovane e di gamba per parecchi elementi. Come agisce la società in sede di mercato a me piace, è vero che c’è stato un periodo di difficoltà e i risultati ne hanno risentito, però penso che la squadra si sia ripresa. Il Torino riesce sempre a inserire in squadra giovani di valore, prendiamo Benassi secondo me è vicino ad andare in Nazionale maggiore per le qualità che ha. Sono contento quando vedo società che sono attente ai bilanci e allo stesso tempo fanno bella figura, questo vuol dire che lavorano bene”.

Il Bologna come potrebbe mettere in difficoltà il Torino?

“Con le sue qualità, la corsa e soprattutto l’entusiasmo. Per il Torino è positiva l’assenza di Destro, che è squalificato, perché ha ritrovato la via del gol”.

Nel caso del Bologna il cambio d’allenatore è stata proprio la mossa che serviva per invertire la rotta?

“I numeri dicono cosi. A me spiace molto per l’esonero di Delio Rossi che è un grande allenatore, però quando i risultati non arrivano c’é ben poco da fare, capita così a tutti gli allenatori”.

Parlando di lei, ha deciso che preferisce fare il commentatore oppure tornerà ad allenare?

“Mi piace fare il commentatore, ma sto aspettando che mi arrivi la proposta giusta per tornare ad allenare”.