ESCLUSIVA - Antonio Papa (Canale 21): "Napoli discontinuo, ecco come va in difficoltà"

04.10.2019 07:00 di Federico Danesi   Vedi letture
ESCLUSIVA - Antonio Papa (Canale 21): "Napoli discontinuo, ecco come va in difficoltà"

Momento delicato per il Toro, ma anche per il Napoli. Ce lo conferma in esclusiva Antonio Papa, giornalista che da anni segue la squadra di Aurelio De Laurentiis come direttore di Napolicalciolive.com e come redattore delle rete Canale 21.

Antonio, esagerato dire che Carlo Ancelotti dopo le ultime partite sia in discussione?

"Sì perché la fiducia della società è intatta e non sono due punti in meno con il Genk a cambiare l'opinione. Ma è indubbio che da qualche tempo è sparito il buonumore. Si respira un'atmosfera di sospensione, strana per chi ad inizio stagione aveva obiettivi ben chiari".

Che Napoli arriverà quindi domenica a Torino?

"Una squadra che fino ad oggi ha avuto grandi sprazzi ma ha peccato di continuità. Questo i tifosi lo hanno notato, qui sono giustamente molto esigenti dopo quanto hanno visto nelle ultime stagioni e pretendono di arrivare finalmente a qualcosa di concreto".

Se dovessi mettere tu in campo il tridente d'attacco oggi, chi vedresti in campo all'Olimpico?

"Le gerarchie sono sufficientemente chiare. Callejon è il primo degli intoccabili e Mertens se sta bene pure. Per il resto c'è una situazione strana. Llorente era arrivato come vice Milik e si ritrova a fare il vice Lozano, perché il messicano è considerato oggi il vero 'falso nueve'. E visto che si tratta di una gara importante, non ci sarà turnover. Quindi accanto a quei due se la giocano Lozano, Llorente e Insigne".

Che idea ti sei fatto sul vostro capitano?

"Lui continua ad essere un grande equivoco tattico. Non vuole fare la seconda punta, ma non è nemmeno un esterno. Cosa sia successo prima della gara di Champions lo sanno solo loro, certo non è una situazione facilmente gestibile".

Quali sono le armi tattiche che Mazzarri può usare per mettere in difficoltà il Napoli domenica?

"Le ultime partite con Cagliari e Brescia hanno detto una cosa chiara. La squadra di Ancelotti patisce le avversarie con un centrocampo folto, che fa densità e chiude gli spazi. Maran la partita l'ha vinta così, pressando molto e raddoppiando, il Brescia nel secondo tempo con Tonali e Bisoli era padrone del campo-ò. Credo chde anche Mazzarri ci stia pensando".

Infine quella tra Sirigu e Meret sarà una sfida nella sfida. Come li vedi?

"Portieri di altissimo rendimento. Sirigu è in uno stato di forma strepitosa, ad oggi meriterebbe anche la maglia da titolare in Nazionale ma agli Europei giocherà chi sarà più in forma in quel momento. Meret sta giocando benissimo, sembra un veterano e credo che il Napoli sia a posto almeno per i prossimi dieci anni. Sono curioso di vederli contro".