Brigi (Tuttohellas): "Cosa deve temere il Toro? La voglia di riscatto del Verona"

08.05.2021 19:58 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Brigi (Tuttohellas): "Cosa deve temere il Toro? La voglia di riscatto del Verona"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

TorinoGranata ha intervistato il direttore di Tuttohellasverona.it Enrico Brigi per parlare della partita di domani tra il Verona e il Torino.

Il Verona non dovrebbe giocare allo spasimo non avendo più obiettivi, se mai deve solo onorare il campionato. Corretto?

"L’obiettivo della salvezza è stato raggiunto con dieci giornate di anticipo sulla fine del campionato e questo, secondo alcuni, potrebbe aver influito sul rendimento. Nelle ultime giornate, però, la squadra ha evidenziato più un problema di risultati che non di gioco. In queste quattro giornate l’obiettivo diventa superare i 49 punti della scorsa stagione".

Intanto si parla del futuro di Juric, resterà?

"Sul nome del tecnico gialloblù circolano molte voci. Del resto c’era da aspettarselo visto l’ottimo lavoro svolto in queste ultime due stagioni. Tuttavia, al di là dei vari messaggi lanciati alla società in vista del prossimo mercato, la sensazione, almeno in questo momento, è che alla fine possa rimanere sulla panchina scaligera, rispettando il contratto che lo lega al club per altre due stagioni".

Il Torino invece deve ancora trovare i punti salvezza, ce la farà?

"L’arrivo di Davide Nicola, uno che conosce molto bene l’ambiente, ha portato quella svolta che tutti si aspettavano. La salvezza matematica non c’è ancora ma sono convinto che la squadra granata abbia dimostrato di avere tutte le possibilità di raggiungere l’obiettivo della permanenza in serie A".

Che partita ti aspetti domenica?

"Nel calcio la differenza, da sempre, la fanno le motivazioni e in questo caso sicuramente sono maggiori quelle granata, senza peraltro nulla togliere alla squadra gialloblù. Mi aspetto sicuramente una partita combattuta. Un pareggio potrebbe accontentare entrambi anche se credo che tutte e due le formazioni non lasceranno nulla di intentato per conquistare il successo pieno".

Il Verona riuscirà a tenere i suoi gioielli?

"Per un club come quello gialloblù, le plusvalenze rappresentano linfa vitale. Qualcuno, quindi, credo che alla fine possa lasciare Verona (Zaccagni e Silvestri su tutti). L’importante è che le eventuali somme, vengano adeguatamente reinvestite per mantenere intatto, se non migliore, il livello di qualità".

Sembra che i giocatori di Juric rendano bene solo con lui, è così?

Il connubio che si è creato tra Juric e i suoi giocatori è sicuramente importante e lui ha senza dubbio dimostrato di saper valorizzare gli elementi a propria disposizione, soprattutto quelli più giovani. Questo è un aspetto fondamentale per la crescita di entrambi tuttavia io credo che chi lascia Verona possa fare bene anche altrove".

Cosa vede temere maggiormente il Toro dal Verona?

"Sicuramente la voglia di riscatto dopo qualche sconfitta di troppo ma anche il desiderio di vittoria che manca oramai da troppe settimane e che è stata solo sfiorata nella recente sfida casalinga contro lo Spezia".