Visto dalla curva: Che santo pregare?

29.01.2009 17:00 di Marina Beccuti   vedi letture
Visto dalla curva: Che santo pregare?
TUTTOmercatoWEB.com

Elvis Bogetti

In una serata gelida in cui ogni persona sana di mente se ne sarebbe stata chiusa in casa, migliaia di persone, me compreso, si sono prese la briga di andare a vedere una partita che più che un evento sportivo è stato uno scempio. Una squadra molle, con pochi attributi e con la voglia di combattere di un condannato a morte. Abbiamo toccato il fondo pareggiando in casa contro una diretta concorrente che non ha neanche giocato bene.


La curva ha alternato cori di supporto a cori in cui si esortavano i giocatori a tirare fuori la grinta, gridando che "Se si vuole restare in A bisogna vincere" fino ad arrivare addirittura a criticare se stessi per il tifo che ancora contagia il popolo granata. Non ci sono stati migliori in campo ma solo giocatori che possono essere considerati meno peggio di altri: Ogbonna, Saumel, Rosina e Sereni. Orrendo Amoruso, così Novellino che ha sostituto Bianchi con Stellone invece di togliere il
suddetto giocatore che non è mai entrato in partita. 


Il mister ha sbagliato tutto e continua a fare errori, giornata dopo giornata, e sono sempre più convinto che i miei colleghi della curva hanno sbagliato a criticare De Biasi e a spingere il presidente (criticato anche lui a fine gara) a cambiare allenatore. 


Adesso prepariamoci a giocare a Milano contro l'Inter e vedremo che cosa combineremo; io spero vivamente di sbagliarmi ma domenica li conteremo col pallottoliere.