Torino-Fiorentina, le pagelle: Iago imbrigliato, Belotti polveri bagnate

13.01.2019 17:12 di Alex Bembi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Torino-Fiorentina, le pagelle: Iago imbrigliato, Belotti polveri bagnate

Sirigu 6: un uscita di pugno sfasata e un paio di parate degne di nota. Sui gol, difficile fare di più, anzi sul vantaggio viola lui si era fatto trovare pronto respingendo il tiro di Simeone, ma ha poi capitolato sul tap in di Chiesa.

De Silvestri 6,5: molto attivo soprattutto in fase offensiva, è il più pericoloso tra i granata con un gol annullato dopo svariati minuti dal VAR e uno mancato di poco con il colpo di testa che finisce sopra la traversa.

Izzo 6: se la cava con mestiere, giocando una gara più che discreta.

N’Koulou 6,5: non era al meglio e infatti viene sostituito per primo, ma in realtà non si notano gli acciacchi e risulta come spesso accade tra i migliori nel Toro. Sempre elegante nell’anticipo e ermetico nelle chiusure (dal 72’ Lyanco 5: in netto vantaggio, si fa beffare da Chiesa in occasione del raddoppio).

Djidji 5: colpevole sul primo gol in quanto non riesce a stare dietro a Simeone lanciato in campo aperto e tarda anche sulla respinta di Sirigu.

Aina 6: qualche buona chiusura, come quella su Chiesa nel primo tempo, in avanti fa fatica però a trovare sbocchi. (Dal 89’ Berenguer sv).

Rincon 5,5: solita gara grintosa, a volte va sopra le righe come quando regala una punizione dal limite per sua fortuna non sfruttata da Veretout.

Meité 5,5: in calo rispetto all’ottimo inizio di campionato. Oggi continua con i passettini indietro, non risultando mai incisivo.

Baselli 5,5: maluccio il primo tempo, finchè resta in campo nella ripresa prova a dare qualcosina in più, ma non è certo una gara da ricordare. (Dal 77’ Lukic sv).

Iago Falque 5,5: gli avversari sanno che i maggiori pericoli passano dai suoi piedi educati e lo imbrigliano per bene. Pochissimi spunti, una sola vera occasione vanificata calciando su Lafont, nella quale era comunque finito in offside.

Belotti 5,5: gran lotta come nelle sue corde, ma sottorete ha le polveri bagnatissime. Due o tre palle gol gli capitano tra i piedi, ma le conclusioni sono da dimenticare.

Alex Bembi