Torino-Cagliari, le pagelle: un Toro scatenato con interpreti all'altezza

 di Alex Bembi  articolo letto 7553 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Torino-Cagliari, le pagelle: un Toro scatenato con interpreti all'altezza

Hart 6: che brivido quella palla scivolosa che gli scappa di mano e viene raccolta proprio sulla linea di porta. Respinge con poco stile ma efficacemente l’unico tiro in porta dei sardi a parte quello del gol. Nella ripresa, non fosse per un paio di palloni alzati in scioltezza sopra la traversa, potrebbe anche non rientrare in campo.

Zappacosta 6,5: fresco di convocazione in nazionale, dimostra buona solidità difensiva e grande corsa e fiato.

Rossettini 6,5: impeccabile, prende in consegna Borriello e spesso lo segue a uomo. L’ex romanista non tira mai in porta e la missione per Rossettini può dirsi compiuta.

Castan 6: ritorno graditissimo, il vero leader della difesa granata è il brasiliano. Un unico errore quando, forse spinto, consegna un contropiede interessante al Cagliari a gara comunque abbondantemente in ghiaccio

Barreca 6,5: Melchiorri lo sovrasta in occasione del gol sardo, non l’unico errore in fase difensiva, ma vederlo scendere velocissimo su quella fascia fino al 90 esimo è un piacere. Dimostra personalità cercando e sfiorando il gol in un paio di circostanze.

Benassi 7: tanti inserimenti di qualità portano in dote il quarto gol in 11 partite: si può tranquillamente considerare il miglior incursore del campionato italiano. Onora la fascia di capitano con una gara eccellente. La convocazione in under 21 ormai gli sta stretta, vero Ventura?

Valdifiori 7: se il mal di schiena gli fa questo effetto, mai più anti infiammatori per lui. Che partita: un assist stratosferico di prima intenzione per Belotti, una regia sempre lucida, millimetrico al lancio e puntuale nelle chiusure.

Baselli 7: si propone sempre, viene basso a prendere il pallone e imposta con sagacia come dimostra l’assist prezioso per il 3 a 0. In mezzo fa anche legna, rimediando un giallo che fa tanto “attributi” come a lui richiesto. Freddo in occasione del gol, si conferma come mezz’ala d’assalto al pari del compagno di reparto. (60’ Obi 6: ordinato e tranquillo in una gara che, al momento del suo ingresso in campo, non ha più nulla da dire).

Ljajic 6,5: quando ha voglia è un piacere vederlo lampeggiare. Perché si accende a intermittenza, con lampi di classe come un assist di tacco al volo con cui libera Barreca in area oppure in occasione del gol quando calcia ad effetto trovando una traiettoria incredibile che beffa Storari. (70’ Martinez 6: difficile fare molto con la gara in ghiaccio, lui si impegna alla ricerca di un gol da tempo scomparso).

Belotti 7,5: una forza della natura. Scatta sul filo del fuorigioco e calcia di prepotenza, Storari respinge in mezzo a tre difensori, ma è sempre lui ad avventarsi sula pallone per portare i suoi in vantaggio. Si sblocca anche dal dischetto, con un po’ di paura. (76’ Maxi Lopez: Sv).

Iago Falque 7: cerca insistentemente il gol, ma è l’unico del tridente a non partecipare alla festa granata di oggi. Peccato, lo avrebbe meritato per l’intensità che ha messo in una gara finita troppo presto per quasi tutti gli altri. Ancora più di valore quindi il gesto di lasciare al gallo il rigore che sarebbe deputato a calciare lui. 

Alex Bembi