Torino, affari low cost

03.01.2011 08:58 di Marina Beccuti   vedi letture
Torino, affari low cost
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Photo Agency

Quanto ha di "tesoretto" Petrachi per questo mercato di gennaio? Il ds ha glissato sulla cifra da spendere, ma Cairo ha ammesso che di soldi ne avrà a disposizione, ma non si può dire al momento quale sia la somma messa a disposizione, per non dare informazioni alla concorrenza. Le indiscrezioni solite parlano di operazioni a poco prezzo, come riporta La Stampa, dove si punta nuovamente a qualche prestito. Ad esempio potrebbe concludersi felicemente quello di Rivas dal Bari (magari con annesso Ghezzal), si può tentare con qualche rientro, come quello di Malonga, nuovamente in difficoltà con il Cesena, società che sta facendo la corte a Iunco, che ieri ha dribblato i tifosi della Sisport in attesa per i tradizionali autografi.

Non è svanita la pista che porta a Giorgi dell'Ascoli e a Magnanelli del Sassuolo, dove si lavora per una comproprietà non troppo onerosa, dunque operazioni più complicate. Per comprare però è necessario anche vendere, soprattutto le cosiddette eccedenze, dopo l'uscita di Cofie, sono in partenza anche Obodo e Filipe, mentre Diana è sempre più vicino al Bellinzona, dove sarà ceduto a titolo definitivo e su questo fronte si è mosso direttamente Cairo, che entro due giorni dovrebbe definire l'affare. Ovviamente in ballo c'è la questione Ogbonna. Cairo vorrebbe tenere il giocatore, che partirà solo per una proposta giudicata "indecente" da rinunciare. Con quei soldi il mercato potrebbe anche regalare qualche sorpresa. La squadra così va bene, attenzione dunque a cambiare troppo. E alla fine rimane sempre il dubbio se sia proprio il caso di vendere a gennaio un cosiddetto pezzo da novanta.