Srweb - Toro, visioni allucinogene

19.08.2009 22:20 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.srweb.eu
Srweb - Toro, visioni allucinogene
TUTTOmercatoWEB.com

Continuando ad essere "latitanti" le notizie di mercato in chiave granata, ci guardiamo intorno alla ricerca di segnali che possano metterci sulla strada giusta per capire se è arrivato il momento in cui sperare di veder risolte le utlime controversie del Toro stagione 2009/2010.

L'ormai mitico e svogliatissimo Blerim, l'aspirante isolano, scusa Cairo per l'arrabbiatura dopo l'eliminazione dalla Coppa Italia, inaugurando una nuova strada da seguire: quando il Patron, Presidente, datore di lavoro vi redarguisce accusandovi di scarso rendimento ... scusatelo, avrà le sue ragioni, è sotto stress.

In fondo non possiamo più stupirci di nulla, ma è "fantastico" come in certe situazioni in casa granata vengano fuori sempre con largo anticipo rispetto alla media.
Dopo l'edonismo e la new age ora si inaugura il periodo della comprensione, nella speranza che questo sia l'anticamera di quello dell'autocritica ... atteso nel Toro di Cairo e non per colpe Presidenziali (lui almeno l'autocrita l'ha fatta), già da qualche anno!

E così sia, prendiamo atto della bontà d'animo dello Dzema di Trinacria, colui che ha come obiettivo di diventare il nuovo Corini rosanero, convinto com'è che il Sig. EmmeZeta, Maurizio Zamparini per l'anagrafe, da un momento all'altro apra finalmente il portafogli e si decida a pagare un cifra degna di questo nome e non un pugno di dollari più un uomo, che per la cronaca non è Clint Eastwood ma Succi.

In fondo però in un calcio dove il fautore del "bauscismo" ... "lavoro guadagno, spendo e pretendo", colui che si portò via il Lentini da Carmagnola a suo di Miliardi, oggi parla di stipendi troppo alti, ci stà anche "La comprensione di Blerim" (sembra il titolo di un film impegnato).

Fra queste visioni alterate (qui qualcuno si è mangiato il Peyote) però riconosciamo il DDM solito.
Ripresentatosi in granata dopo essere stato "scartato" dagli altri isolani, quelli britannici, come prima cosa disse che per giocare in B ci voleva l'adeguamento in pieno stile Zlatanesco.

In fase di ristrettezze, tagli ed economie la sua sembrò una sparata.
L'impegno e la voglia dimostrata ci hanno fatto ricordare i primi mesi del DDM ancora squalificato (l'affaire scommesse), ben prima della partitella al "Ruffini", in cui se la prese con i tifosi che lo fischiarono al quindicesimo stop sbagliato ... un giocatore che lasciava intravedere un futuro di gol e pennellate.

Bene oggi scopriamo che dietro quell'impegno e quel silenzio ci sarà presto l'adeguamento richiesto e forse il prolungamento del contratto ... in fondo chissenefrega, non lo paghiamo certo noi!

Non vuole essere una critica a priori quella verso Di Michele, ma il nostro pensiero in sintesi è questo: ben venga il nuovo impegno, disponibili a considerare da oggi in poi quello che farà il giocatore, ma da qui a dire che quello che era successo precedentemente non è mai esistito ce ne passa parecchio.

Se a fine campionato DMM sarà stato un protagonista gli faremo i complimenti di sicuro, anzi speriamo con tutto il cuore di poterglieli fare ... diciamo che dovendo ancora iniziare il campionato e non essendoci stato lui nella prima partita importante, ci sembra che sia ancora tutto da dimostrare.

Per chiudere oltre allo Dzema comprensivo, segnaliamo nuovamente che Elvis, Amoruso e Malonga sono sulla graticola senza dimenticarci di Rubin e sinceramente per non essere ancora iniziato, questo campionato vede il Toro già con un po' troppe ferite aperte.

Ma in fondo oggi è solo il 19 ... fino al 31 c'è tempo.

 

 

GMC