Sbriglio su RBE: "Con qualche ritardo, ma il Filadelfia si farà"

10.10.2012 16:12 di redazione TG   vedi letture
Sbriglio su RBE: "Con qualche ritardo, ma il Filadelfia si farà"
TUTTOmercatoWEB.com

L'ospite della prima puntata di "Alta Fedeltà - Una passione chiamata Toro" è stato l'ex Assessore allo Sport della Giunta Chiamparino, l'avvocato Giuseppe Sbriglio, ora Capogruppo in Consiglio Comunale per l'IDV. Sbriglio è conosciuto non solo per la sua fede granata, ma anche per le sue forti battaglie condotte per la ricostruzione del Filadelfia. E' stato il primo presidente della Fondazione Filadelfia, in seguito ha passato la mano quando si è insediata la nuova Giunta Fassino. Oltre a parlare dello stadio dei Campioni, Sbriglio ha analizzato anche la situazione dell'Olimpico, dove incombono ancora le ipoteche legate al fallimento del Torino Calcio di Franco Cimminelli, più l'area della Continassa, dove la Juventus vuole farne la sua cittadella sportiva, ma se dovesse succedere non ci sarebbe equità di trattamento per le due realtà calcistiche torinesi.

"Resto ottimista sul Filadelfia, anche se lo scioglimento del CCTC rallenterà un po' le cose. E' ancora da capire l'interesse del Torino Fc per questo progetto, anche se è importante per le società di calcio avere delle proprietà immobiliari. La macchina si è messa in moto e non si può tornare indietro. Cercheremo di sollecitare anche le banche, che non possono concedere finanziamenti sportivi, ma il Filadelfia possiede una parte artistica che va preservata ed è anche un luogo pubblico di aggregazione, come il famoso cortile, dove i tifosi amavano sostare e non aspettano altro che di potervi tornare", ha detto Sbriglio sul Filadelfia, in sintesi.

Il problema dell'Olimpico sono invece le ipoteche: "Siamo riusciti a trovare un accordo con l'Agenzia delle entrate per il Filadelfia, così che il Comune ha pagato solo più 535mila euro per chiudere la vertenza, bisogna fare lo stesso per l'Olimpico. Senza ipoteche anche l'Olimpico tornerebbe più appetibile e il Torino Fc potrebbe farci un pensierino per comprarselo, visto che attorno possono essere allestite alcune attività commerciali, già inserite nel piano regolatore. Anche perchè l'idea di base della città era quella di avere due stadi di proprietà per le rispettive squadre. Il costo dell'Olimpico è stato di 40 milioni di euro. La manutenzione costa al Comune 500mila euro l'anno, di cui 250mila se li accolla la società granata che vi gioca. Al momento il Torino non ha mai fatto intendere la volontà di acquistarlo, ma senza ipoteche diventa sicuramente più appetibile". 

Sull'area della Continassa Sbriglio ha detto: "Il problema adesso è l'Arena Rock, costata cinque milioni di euro e quasi mai utilizzata per i concerti. Abbiamo fatto un bando di concorso e una società l'ha vinto per farci un kartodromo, che in città manca. Ora che è tutto pronto per costruirlo, la Juventus rivuole quest'area, ma non possiamo tornare indietro dopo che questa società ha vinto il regolare bando di concorso. Si tratterebbe di espropriazione e se si dovesse andare incontro alla Juventus dovremmo farlo anche con il Torino, qualora ci chiedesse un'area limitrofa all'Olimpico, per esempio. La Juventus ha delle energie per investire e riqualificare l'area della Continassa, ma noi dobbiamo garantire equità di trattamento".

Vi aspettiamo questa sera alle 20 su Radio Beckwith per sapere tutto sul Filadelfia, Comunale e quello che sta succedendo alla Continassa.