Quante trattative tra Torino e Fiorentina

23.06.2009 08:58 di Marina Beccuti   vedi letture
Quante trattative tra Torino e Fiorentina
TUTTOmercatoWEB.com

In settimana è atteso l'incontro tra Foschi e Corvino, che non è una novità, visto che i due si vedono spesso e si mormora anche di una cena dove c'era Marino del Napoli, ma non è dato sapere se durante l'incontro si sia parlato anche di giocatori (Dzemaili o Abate?). Il giocatore che più si discute sull'asse Torino-Firenze è Rolando Bianchi, che la Fiorentina corteggia da tempo, ma il Torino avrebbe tolto dal mercato. I viola però non demordono, anche se il giocatore avrebbe fatto intendere di non gradire fare da vice Gilardino. Inoltre il centravanti granata sente di avere un debito di riconoscenza verso il Torino e vuole riscattarsi restando in B e cercando di aiutare i suoi a risalire in A.

La Fiorentina non vuole tirare fuori molti soldi per cui, valutando prima l'ingaggio di Bianchi (che si aggira sul milione di euro e qualcosa in più) al Toro preferirebbe dare una contropartita tecnica, mentre Cairo vuole soldi, sempre che decida di privarsi del suo attaccante di riferimento. A dire il vero la Fiorentina di giocatori da dare ai granata non ne ha molti, Di Carmine, centravanti di buone speranze in prospettiva, oppure Avramov, che vuole giocare e non farà più da secondo a Frey. Lupoli sembra destinato all'Ascoli.

Ora si apre anche il fronte Natali, che interessava già i viola quando arrivò al Torino e che sta stuzzicando ancora Corvino, alla ricerca del centrale difensivo. Ma Natali sembra destinato alla Roma per Loria, che però non convince del tutto il Torino. Dzemaili e Abate sono altri giocatori che tentano la Fiorentina, ma per lo svizzero l'interesse sembra essere leggermente in ribasso, soprattutto se resterà Melo, mentre salgono le quotazioni di Abate, che dovrebbe tornare al Milan, ma potrebbe proprio essere girato ai viola.

E' chiaro che a Cairo interessano i soldi, perchè la caduta in B è una grossa perdita finanziaria, mentre la Fiorentina quest'anno non vuole spendere, almeno non prima di conoscere l'esito dei preliminari di Champions League. Se la squadra di Prandelli riuscirà ad entrare nella fase a gironi della competizione europea, arrivando circa venti milioni di euro, allora potrà aprire la cassa per comprare qualcuno. Per cui è possibile che prima che si concluda qualche trattativa si aspetti fino ad agosto. D'altronde l'ha detto anche Colantuono nel giorno della sua presentazione: "Il mercato è lungo e tutte le squadre non hanno fretta di chiudere adesso".