Mario Patrignani, al Toro serve uno psichiatra

L'urlo del presidentissimo del TC Pesaro.
23.10.2018 10:12 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Mario Patrignani, al Toro serve uno psichiatra

Se si accorgono che possono vincere facile, smettono di giocare in preda a presunzione confusionale. Se poi stanno già vincendo viene loro la paura di vincere, che li paralizza. Se beccano un goal vanno fuori di testa.

Il Toro è una squadra da tutti ritenuta forte a livello di giocatori, ma purtroppo questi troppo spesso perdono la testa, peccando di immaturità con mentalità perdente, che brancolano in campo e gettano alle ortiche risultati già acquisiti. POVERO TORO: URGE LO PSICHIATRA !!!!!!

1  NB. Certo che se poi ci si mette a sbagliare i cambi, allora è buio. Un Belotti, anche se non al massimo, non va MAI sostituito, e quei tre davanti debbono giocare sempre insieme. Certo andrebbero sostenuti da un gran centrocampo, che adesso non c'è.

2 NB  La stragrande maggioranza dei tifosi incontrati a Bologna ancora rimpiange quello che era l'unico capace di inventare gioco per le punte.

3 NB  Siamo sicuri che la nostra tanto celebrata difesa, che ha gli incubi per ogni cross che arriva e che subisce quattro goal tra Frosinone e Bologna, sia veramente così forte?

4 NB I nostri passaggi al portiere sono spesso demenziali e ogni volta è un brivido che scorre lungo la schiena a tutti i tifosi in ansia. Basta con questa tattica dei retropassaggi al  portiere, che tra l'altro ieri hanno fatto il patatrac