Criscitiello: "Elezioni Lega Calcio: l'incomprensibile posizione di Torino e Chievo"

31.12.2012 10:52 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: Michele Criscitiello per TMW
Criscitiello: "Elezioni Lega Calcio: l'incomprensibile posizione di Torino e Chievo"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di TuttoMercatoWeb.com

Sono giorni cruciali anche in Lega Calcio per decidere se voltare pagina (Abodi) o se restare nel limbo (Beretta). Simonelli non rappresenta né la novità né l'alternativa. Abodi ha 11-12 voti, altri 2 ed in Via Rosellini si svolta. Presidente giovane, idee innovative ed un programma che presenta subito 10 punti in 100 giorni. Il programma di Beretta ad Unicredit è favoloso, quello in Lega Calcio è nascosto in un cassetto di Lotito, mai visto. Inter, Juve, Roma, Fiorentina, Atalanta, Udinese ed altre hanno già espresso la propria preferenza al Presidente della Lega di B. Gli incerti principali restano Cairo del Torino e Campedelli del Chievo Verona. Questi due voti bloccano il progresso della Lega Calcio. Sorprende che siano proprio queste due società a non consentire l'evoluzione voluta da tutti. Il Torino è la grande non accettata dalle grandi. Il Toro fu "buttato" in serie B da giochi di potere che non prevedevano Cairo tra i vip del pallone. Oggi li appoggia. Potrebbe essere un boomerang pericoloso. L'astuzia e l'intelligenza di Cairo sono troppo raffinate perché si faccia sfuggire l'occasione della vita. Il partito della svolta può garantire equilibrio, stabilità e crescita proprio a società come il Torino. Paradossale, invece, l'incertezza di Campedelli. C'è chi preferisce club come l'Hellas Verona a modelli come il Chievo. Se non è quest'anno, sarà il prossimo ma Campedelli deve capirlo in fretta.