Colantuono: "Penso solo al Toro e non al futuro"

14.05.2010 15:12 di Marina Beccuti   vedi letture
Colantuono: "Penso solo al Toro e non al futuro"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Nella conferenza stampa della vigilia della partita contro il Vicenza, Colantuono ha voluto prima di tutto smentire ogni voce riguardo al suo futuro (anche a seguito del suo comunicato di ieri): "Mi sembra poco giusto parlare di cose future, perchè assolutamente non vorrei mai mancare di rispetto ai tifosi del Torino. Con l'Atalanta non c'è nessun contatto, perchè io penso solo al Toro e basta. Il mio pensiero è solo uno, raggiungere l'obiettivo prefissato. Voglio sottolineare questo aspetto perchè la gente di Torino mi ha dato tantissimo e non vorrei mai che pensassero cose sbagliate su di me".

Detto questo Cola ha analizzato la situazione della squadra: "Sta bene, ora dobbiamo dare seguito a quanto fatto nelle ultime due partite, quella di Sassuolo è stata sofferta, condizionata da un'espulsione che sinceramente non c'era".

Il mister si sofferma proprio su certi arbitraggi un po' troppo severi, come si era già discusso ieri con Scaglia: "In alcuni casi abbiamo pagato un  po' alcune decisioni degli arbitri, non vedo tutto questo sventolio di cartellini gialli e rossi con altre squadre. Certe decisioni sono state un po' esagerate. Ci vorrebbe un po' più di equilibrio, anche se bisogna ammettere che poi sabato D'Ambrosio è stato graziato. La squadra non è affatto nervosa, è chiaro che ci vuole un po' più di aggressività vista la rincorsa che ha dovuto fare negli ultimi mesi".

Le partite ora possono anche essere decise dagli scontri con squadre più o meno motivate: "Mi auguro che in tutte le partite ci sia lo stesso impegno, come credo sarà", ha sottolineato Colantuono senza soffermarsi in particolare sulla questione. "C'è ancora molto da giocare. Noi dobbiamo temere solo noi stessi, comunque le quattro vittorie di fila ci hanno fatto rientrare in gioco per i playoff", ha poi aggiunto il mister.

"Inutile nascondere che la nostra classifica è concatenata con il risultato degli altri. Ci sono mancati i punti dell'andata, ma va anche detto che è stata pagata la retrocessione dell'anno scorso, soprattutto all'inzio, bisognava ricostruire totalmente l'ambiente", ha sottolineato Cola. Domani si giocherà l'ultima partita di sabato, poi per nelle due giornate finali la B potrà giocare finalmente di domenica, da protagonista. Può cambiare qualcosa, magari per i giocatori, consci di avere una platea più folta del solito? "Giocare di domenica non cambia nulla, se non a livello mediatico", ha tagliato corto il mister.

Riguardo agli infortunati arrivano buone notizie da Colantuono: "Ogbonna sta bene, Salgado ha un affaticamento, ma dovrebbe esserci. Garofalo sta proseguendo le terapie, speriamo di averlo per i playoff. Antonelli tornerà con noi dopo un lungo periodo, ma le cose poi vanno fatte con gradualità. Ci è mancato molto in quel ruolo, perchè lui è un protagonista specifico nella sua posizione, adesso è da valutare bene se impiegarlo o meno da subito. Ci sono ancora ventiquattro ore prima di decidere".