Napoli, Auriemma: "Gattuso è tra più graditi ad ADL in caso di divorzio da Ancelotti"

Decisive le prossime due partite contro Milan e Liverpool per Carlo Ancelotti.
11.11.2019 12:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Sportmediaset
Gennaro Ivan Gattuso
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gennaro Ivan Gattuso

Il pareggio del Napoli con il Genoa senza gol ha acuito ancor di più il malumore in casa partenopea per un periodo che è considerato ben al di sotto delle aspettative con la squadra che dopo dodici giornate ha 19 punti ed è 7ª e la posizione di Ancelotti in panchina è sempre meno salda. Decisive per Carlo Ancelotti, scrive Raffaele Auriemme sul portale Sportmediaset, saranno le prossime due partite con il Milan in campionato e il Liverpool in Champions (il Napoli è secondo nel girone E ed ha un punto in meno dei Reds e quattro in più del Salisburgo a due gare dalla fine di questa fase). Auriemma fa anche il nome di un possibile sostituto gradito al presidente Aurelio De Laurentiis: "Se in queste due gare non si vedranno segnali di crescita nel gioco e arriveranno altrettante sconfitte, potrebbe essere inevitabile la sostituzione dell’allenatore. Una scelta non semplice e dispendiosa, perchè tutto lo staff Ancelotti costerà al Napoli 7 milioni lordi fino al 30 giugno, quando De Laurentiis dovrebbe far valere l’opzione per la prosecuzione del rapporto con il tecnico emiliano. In caso di esonero anticipato, servirebbe un traghettatore fino a fine stagione e al quale dare anche una chance per guidare il Napoli nell’anno che verrà. Uno dei nomi di maggior gradimento per il presidente De Laurentiis è quello di Rino Gattuso. Il patron apprezza molto la serietà e la professionalità del coach calabrese, attualmente senza panchina, e vede in lui l’uomo che potrebbe generare nella squadra un circuito virtuoso per tornare a valorizzare i tanti calciatori che vengono utilizzati fuori ruolo. Con Gattuso il Napoli tornerebbe a giocare nel modulo più congeniale alla squadra, il 4-3-3 che tanti risultati positivi aveva generato nel triennio di Sarri".