Torneo Arco di Trento, anche l’Associazione Calciatori in campo al Beppe Viola

L’AIC incontrerà atleti e dirigenti dei club partecipanti al torneo di Arco (7-12 marzo) e sarà protagonista col presidente Damiano Tommasi a
05.03.2019 10:34 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Torneo Arco di Trento, anche l’Associazione Calciatori in campo al Beppe Viola

Uno su mille ce la fa, anzi molti meno. Per questo il calcio, prima che un punto d'arrivo, può e dev'essere come un'esperienza di crescita e maturazione personale, per costruire un futuro brillante anche al di fuori di un campo di gioco. E' questo il messaggio che l'Associazione Italiana Calciatori porterà ai giovani atleti partecipanti al 48° Trofeo Beppe Viola, patrocinando il torneo calcistico internazionale riservato a calciatori Under 17, in programma dal 7 al 12 marzo ad Arco (Trento).

L'associazione presieduta dall'ex calciatore dell'Hellas Verona, della Roma e della Nazionale,Damiano Tommasi, ha previsto attività e incontri con giovani calciatori e dirigenti dei club presenti ad Arco. Oltre a spiegar loro quali siano realmente le concrete possibilità di arrivare al professionismo, anche dai vivai dei grandi club, l'AIC realizzerà una serie di ulteriori seminari educativi e di orientamento – con il contributo di esperti – su temi delicati come il rapporto con i farmaci, il fenomeno delle scommesse, i progetti formativi.

“Diventare calciatore: un sogno, non un’ossessione” sarà invece il tema di “Calcerò,” la serata di approfondimento sui temi del calcio giovanile, in programma lunedì 11 marzo alle ore 19,30 al Casinò di Arco alla quale – insieme a tecnici, dirigenti, atleti e giornalisti -interverrà lo stesso numero 1 dell'Assocalciatori, Damiano Tommasi.

"Da sempre, e sempre più - spiega Marco Benedetti, Presidente del comitato organizzatore del Trofeo Beppe Viola - il nostro evento si pone sia come ribalta internazionale di giovani talenti, sia come arena privilegiata di idee e dibattiti sui problemi che rischiano di minare il futuro del movimento. Per questo e per i temi e i valori che portiamo avanti - educazione e fair play, in campo e fuori - la collaborazione con l'AIC è assolutamente naturale e ideale. Vogliamo essere ambasciatori di un nuovo modo di affrontare l'avventura calcistica: lo sport dev'essere veicolo di valori e prezioso momento di formazione per i cittadini di domani".