Verdi, l'arma in più sui piazzati. Rifornimenti per i colpitori di testa

07.09.2019 07:00 di M. V.   Vedi letture
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Verdi, l'arma in più sui piazzati. Rifornimenti per i colpitori di testa

Un Toro che vanta una così elevata dose di colpitori di testa (oltre al Gallo Belotti, si registrano i prepotenti exploit di Izzo, De Silvestri ed ora anche di Bonifazi), non può che cercare di sfruttare al meglio tale fondamentale, i calci piazzati. Che siano tiri dalla bandierina o calci di punizione, l'applicazione di alcuni schemi necessita di due ingredienti fondamentali: il primo, come detto, risiede negli interpreti alla finalizzazione, ma prima di tutto serve chi mette questi ultimi in condizione di battere a rete maggior numero di volte possibile. Ultimamente Daniele Baselli non si è comportato male in tale ottica, ma lo specialista è il neo acquisto Simone Verdi, che esattamente come faceva egregiamente Adem Ljajic, è in grado di mettere tanti palloni invitanti in mezzo all'area, risolvendo uno dei problemi che ha limitato il risultato, comunque positivo, della scorsa stagione. Non si tratta dell'unica qualità del neo acquisto del Torino, ma di una delle sue migliori caratteristiche, che porterà indubbiamente i suoi benefici, anche in termini di risultati.