Una partita non può salvare una stagione, ma il Torino può salvare la faccia nel derby

04.07.2020 11:00 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Cuadrado e Belotti
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Cuadrado e Belotti

Per questo Torino strappare anche solo un punto alla Juventus, lanciata verso la conquista del nono scudetto consecutivo, sarebbe un’impresa di valore epico. Uscire dall’Allianz Stadium imbattuti non salverebbe di certo la stagione dei giocatori granata, ma sarebbe un potente ricostituente per affrontare poi mercoledì il Brescia senza doversi leccare le ferite e fare i conti con un’altra sconfitta, il Torino è già arrivato a sedici in ventinove partite.

Ma se, come sulla carta sembrerebbe, la sconfitta fosse inevitabile allora sarà indispensabile per i giocatori del Torino almeno salvare la faccia con un prestazione che abbia la dignità e la fierezza di un toro nell’arena, che quasi sempre soccombe, ma che fino all’ultimo, seppur sia praticamente esanime, prova ad incornare il torero.

Un tale atteggiamento i giocatori granata lo devono prima di tutto a loro stessi e poi anche ai tifosi, ai quali in questa stagione ne hanno fatte passare di cotte e di crude. I giocatori del Torino devono scendere in campo con la ferocia agonistica e senza neppure che li sfiori l’idea che possono perdere, anzi, con il preciso intento di vincere perché se anche partono con il pronostico sfavorevole di fronte avranno la Juventus, l’avversario per antonomasia, e questo dovrebbe indurli a tirare fuori gli attributi e a non fare le mammolette, smentendo così tutti quelli che pensano che saranno sicuramente sconfitti.