Torino, Verdi sotto esame: a Reggio Emilia per il riscatto

18.01.2020 10:30 di Emanuele Pastorella   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Torino, Verdi sotto esame: a Reggio Emilia per il riscatto

Convocato, utilizzato dal primo minuto, spronato a fare ancora meglio. Simone Verdi sarà l’osservato speciale della sfida di oggi pomeriggio contro il Sassuolo. E non poteva essere altrimenti: le immagini del suo sfogo, con tanto di rientro anticipato negli spogliatoi, di domenica scorsa contro il Bologna sono ancora ben fisse nella testa dei tifosi, dei compagni e soprattutto del tecnico Walter Mazzarri. Ma, almeno alla vigilia, l’allenatore ha gettato acqua sul fuoco: “Non è tutto risolto, è risoltissimo” ha dichiarato a proposito di quello che era già stato etichettato come un “caso”. Oggi sarà in campo, titolare, anche perché durante la settimana ha mandato messaggi importanti al suo mister: “Si è allenato ai mille all’ora, si vedeva che voleva dimostrare qualcosa” ha ancora aggiunto Mazzarri a proposito dell’ex Napoli. Adesso, però, c’è bisogno anche di dimostrare in partita: perché fino ad oggi i 25 milioni di euro di investimento non sono stati ripagati dai risultati.

A caccia di gol – Nella sfida di andata vestiva ancora la maglia del Napoli, dunque per Verdi sarà la prima sfida contro il Sassuolo con il granata addosso. Una casacca con la quale, da quando è tornato sotto la Mole, non è ancora riuscito ad esultare: oggi saranno 138 giorni esatti di Toro, tutti aspettano un suo guizzo in zona gol. Ci è andato vicino contro il suo ex Bologna, il palo gli ha strozzato l’urlo in gola. E ci riproverà oggi, al 18esimo tentativo, tanti quanti sono i suoi gettoni collezionati con la maglia granata. Il suo score, finora, è di appena tre assist, contro Parma, Genoa e Spal. La sua fidanzata ha dovuto difenderlo dagli insulti social, con qualche tifoso che lo invitava a tornare a Napoli con toni abbastanza coloriti. La risposta migliore, Verdi, dovrà darla sul campo: ai tifosi, ai compagni, ma anche a Mazzarri, il quale gli ha rinnovato nuovamente la fiducia. Un gol servirebbe davvero tanto, anche a un Toro a caccia della terza vittoria consecutiva in campionato.