Torino lo sai che Giampaolo gioca con il 4-3-1-2? Gli mancano ancora troppi giocatori chiave

23.08.2020 08:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Vagnati e Cairo
TUTTOmercatoWEB.com
Vagnati e Cairo
© foto di Image Sport

Fra un mese si sarà già disputata la prima partita visto che il campionato inizierà nel weekend del 19-20 settembre, Covid-19 permettendo, eppure il Torino ha preso solo un giocatore utile al 4-3-1-2 di mister Marco Giampaolo. Infatti è stata colmata la casella del terzino sinistro con Ricardo Rodriguez. Il presidente Urbano Cairo ha già affermato che mancano al massimo tre giocatori: un regista, una mezzala e magari un esterno destro. Il direttore tecnico Davide Vaganti ieri alla presentazione di Rodriguez ha detto: “Ci sono tante situazioni sul mercato e se decidiamo di fare un’operazione la faremo”. E allora che cosa si aspetta a dare a Giampaolo i giocatori che gli servono?

Con l’attuale rosa ipotizzando una formazione ci sarebbero Sirigu in porta; Ansaldi come terzino desto, Izzo e Nkoulou nel ruolo di centrali difensivi, Rodriguez terzino sinistro; Rincon in qualità di play davanti alla difesa, Lukic e Berenguer mezzali, Falque o Verdi trequartista; Belotti e Zaza punte. Peccato che Rincon ha caratteristiche da intenditore e non imposta da dietro la manovra quindi gli manca la parte della caratteristica principale che deve avere il play nel gioco di Giampaolo. Berenguer non è una mezzala, semmai un’ala o centrocampista di sinistra e volendo una seconda punta. Falque e Verdi possono fare i trequartisti, ma sono principalmente esterni d’attacco destri ed eventualmente possono fare anche le seconde punte. Va ricordato che Baselli sta recuperando dall’operazione per risolvere la lesione parziale del legamento crociato anteriore al ginocchio destro e se tutto procederà in tempi rapidi potrà tornare a disposizione nel mese di novembre, ma potrebbe non essere utilizzabile fino a dicembre anche inoltrato.

E allora come si concilia l’attuale rosa del Torino con il 4-3-1-2 di Giampaolo? Mancano almeno il play davanti alla difesa, una mezzala e il trequartista vale a dire tre quarti del rombo di centrocampo che è una caratteristica del modulo che adotta Giampaolo, ipotizzando che tutti gli attuali giocatori della rosa rimangano e siano convinti e contenti di restare e che nessuno abbia problemi fisici. Senza contare le riserve. Vagnati ha anche detto: “Dovremo essere bravi a prendere i giocatori che abbiano i canoni giusti e a 360° per quello che è il nuovo progetto tecnico” e “Siamo convinti che la squadra sia buona”. Cairo ha dichiarato che: “Faremo di tutto per mettere Giampaolo nelle migliori condizioni” e “Dovremo essere molto veloci per supportare Giampaolo in tutto e per tutto”. Anche perché Giampaolo ha affermato: “Avere al più presto l’intera rosa a disposizione non è importante, ma importantissimo” e “Con Cairo sono stato esplicito sul mercato come sul tema tempo, ho chiesto di concedermene. Salterò qualche step, dovrò per forza operare una sintesi. Che però potrà essere proposta nel momento in cui avrò un buon numero di calciatori con i quali lavorare. In entrata sappiamo chiaramente cosa ci serve, poi è chiaro che ci siano ruoli chiave, come il regista, per i quali dovremo essere più celeri che per altre situazioni. E la rapidità d’azione si unisce a un altro aspetto: per accorciare i tempi, come è necessario, ho chiesto di poter ricevere per lo più giocatori che ho già allenato”.
L’allenatore si metta l’anima in pace e pensi a un piano b che preveda un modulo che si adatti alle caratteristiche che hanno i giocatori di cui dispone anche perché come ha detto Vagnati ieri: “Non abbiamo ansia e siamo convinti che la squadra sia buona e abbiamo molto chiaro cosa vogliamo fare. Non ci faremo prendere per il collo da altre società”.