Sirigu e il richiamo della Sardegna, l’ambizioso Cagliari potrebbe tentarlo

31.07.2020 06:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Salvatore Sirigu
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Salvatore Sirigu

E’ nuorese di nascita, ma Salvatore Sirigu, come tutti i sardi, è legato alla sua terra e nell’isola per un portiere del suo livello c’è una sola squadra che possa ambire ad averlo: il Cagliari. Salvatore non è uno che rilasci tante interviste, ma non ha mai negato che in lui ci sia un po’ di rammarico per non aver mai giocato nel Cagliari, fece un provino a 15 anni ma fu scartato. Zenga, uno che del ruolo del portiere se ne intende,  prima della gara con il Torino, lo scorso 27 giugno, disse che avrebbe voluto vedere Sirigu con la maglia del Cagliari.

Quest’anno Sirigu per effettuando in 36 partite 151 parate delle quali 44 decisive ha pagato le conseguenze dei tanti problemi del Torino subendo 63 gol e quasi tutti per errori individuali o collettivi dei compagni. Nell’ultima gara con la Roma, visto che la salvezza era già stata acquisita, ha chiesto a mister Longo, come anche Belotti, di poter rifiatare e così a difendere la porta granata ci è andato Ujkani. Ci sta che Salvatore abbia chiesto di starsene per una volta in panchina e non ci sarebbe da dargli torto se avesse pensato che così almeno avrebbe evitato di subire altri gol. La Roma, infatti, al Torino ne ha fatti tre e anche Ujkani, che ha disputato una gara positiva, ha dovuto fare tre parate e sulle reti incassate non ha avuto particolari responsabilità.

Non ci sarebbe da stupirsi che Sirigu, pur avendo ancora due anni di contratto con il Torino, chiedesse di essere ceduto perché stufo di essere il bersagli degli avversari. E allora l’ambizioso Cagliari di Giulini potrebbe farci un pensierino e tentare Salvatore. I rossoblù quest’anno per tutto il girone d’andata e anche all’inizio di quello di ritorno sono stati tra il quinto e il settimo posto e per alcune giornate persino al quarto poi sono calati ed è anche arrivato l’esonero di Maran, il 2 marzo, sostituito con Zenga, ma la prossima stagione potrebbero riprovare a puntare alle zone più alte della classifica e proporre quindi a Sirigu un progetto ambizioso. Il Cagliari dovrebbe evidentemente strapparlo al Torino, ma se fosse lui a chiedere la cessione Cairo non potrebbe più di tanto opporsi, se non prospettandogli un progetto ancora più ambizioso per il Torino.