Possibile occasione per Berenguer e Parigini con l'Udinese: devono farsi trovare pronti

Ansaldi out e Ola Aina ancora ieri ha svolto terapie e un programma personalizzato. Ballottaggio per il posto sulla fascia sinistra.
12.09.2018 09:58 di Elena Rossin  articolo letto 3485 volte
Fonte: Elena Rossin
Berenguer
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Berenguer

Per scalare le gerarchie all’interno di una squadra bisogna sfruttare qualsiasi occasione, anche le disgrazie altrui ed è ciò che potrebbe accadere a Berenguer e Parigini che sfruttando l’infortunio di Ansaldi e quello di Ola Aina domenica potrebbero, il condizionale è d’obbligo, avere l’opportunità di ricevere una maglia da titolare. In teoria Aina ha ancora un po’ di tempo per recuperare, ma tenuto conto che è dalla partita con la Spal, dove ha dovuto uscire anzitempo per un problema muscolare al bicipite femorale della coscia sinistra, che è in infermeria e che le ricadute rischiano di trasformarsi in uno stop forzato ancor più lungo del primo infortunio ci sono le premesse per indurre mister Mazzarri a non rischiarlo domenica contro l’Udinese. Se così sarà allora ci sarà ballottaggio fra Berenguer e Parigini.

Per ciò che è accaduto finora lo spagnolo è in vantaggio sul ragazzo cresciuto nel vivaio, infatti, Mazzarri non ha mai utilizzato Parigini in questo inizio di stagione in partite ufficiali, mentre Berenguer ha proprio sostituito Ola Aina quando si è infortunato con i biancazzurri andando in campo nei minuti finali ed è stato schierato titolare nella partita di Coppa Italia con il Cosenza disputando l’intera gara. Parigini durante questa sosta per gli impegni delle Nazionali ha risposto alla convocazione dell’Under 21 e di conseguenza non è rimasto a disposizione di Mazzarri e questo in teoria non lo pone come possibile prescelto per la partita con l’Udinese, però, c’è anche da dire che Vittorio è stato uno dei pochi Azzurrini che nel match perso con la Slovacchia ha giocato bene e nel successivo impegno con l’Albania ha anche segnato un bellissimo gol nei minuti di recupero che ha sancito la vittoria per tre a uno dei ragazzi del ct Di Biagio.

Mazzarri contro l’Udinese dovrà schierare un Torino equilibrato, capace di giocare su un buon livello dal fischio iniziale a quello finale e possibilmente anche in grado di conquistare i tre punti in modo che non si riaffaccino fantasmi del passato, punti lasciati sul campo con squadre alla portata, e che non diventi un vizio permanente e di conseguenza un problema avere alti e bassi durante l’arco della partita che ne condizionino poi il risultato o se positivo di misura lo tengano in bilico fino all’ultimo secondo, tutte situazioni che si sono verificate nelle tre precedenti gare. Il mister, quindi, sceglierà accuratamente su chi puntare per sostituire Ansaldi e molto probabilmente anche Aina che ancora ieri ha svolto terapie e un programma personalizzato e si è limitato solo ad effettuare il riscaldamento con i compagni. Per una maglia da titolare sulla fascia sinistra sono, quindi, in ballottaggio Berenguer e Parigini e dovranno farsi trovare pronti per non sprecare l’eventuale chance che il destino potrebbe regalare loro.