Novantatré anni fa veniva inaugurato lo stadio FIladelfia

17.10.2019 06:31 di M. V.   Vedi letture
Novantatré anni fa veniva inaugurato lo stadio FIladelfia

Il tempo corre inesorabile, ad oggi il Filadelfia rappresenta ancora la casa del vivaio del Toro, rinato pochi anni fa sotto la gestione di Urbano Cairo dopo essere stato demolito subendo vergognose speculazioni per un ventennio, ma dalla sua inaugurazione, sono già passati ben novantatré anni. Era il 1926 quanto il conte Enrico Marone Cinzano, presidente del Torino, affascinato dall'idea di poter costruire un'identità precisa costruendo uno stadio simbolo, realizza quella che sarà la "tana" dei granata, nel tempo ribattezzata la "Fossa dei Leoni" in cui giocheranno gli invincibili. L'esordio, nella stagione che porteà al primo storico sucetto poi revocato ingiustamente, è contro i romani della Fortitudo, che cadono inesorabilmente con il risultato di 4-0, grazie a due doppiette di Libonatti e di Rossetti, tutte nella ripresa. Questo nuovo stadio è uno spettacolo, sullo stile di quelli inglesi, ed i tifosi, accorsi in numero di quindicimila, si esaltano.

TORINO-FORTITUDO ROMA 4-0 (0-0)
Marcatori: st 25' Rossetti II, 30' Rossetti II, 35' Libonatti, 38' Libonatti.
Torino: Bosia, Balacics, Martin II, Janni, Colombari, Aliberti, Carrera, Baloncieri, Libonatti, Rossetti II, Franzoni. Allenatore: Schoffer.
Fortitudo Roma: Vittori, Montanari, Corbyons, Ghisi II, Ferraris IV, Scocco, Puerari, Bianchi I, Boros, Cappa, Sbrana. Allenatore: .
Arbitro: Trezzi di Milano.