Nkoulou: scuse fatte o ancora da fare?

Gli organi di stampa non riportano notizie univoche in merito. Tocca alla società fare chiarezza.
13.09.2019 14:00 di Elena Rossin   Vedi letture
Nicolas Nkoulou
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Nicolas Nkoulou

 I tifosi in quanto anche clienti, acquistano abbonamenti o biglietti per le singole partite allo stadio o che si abbonano alle pay tv per vedere le partite del Torino, hanno diritto di sapere con esattezza l’evolversi della vicenda Nkoulou. Oggi la maggior parte degli organi di stampa ha riportato che ieri Nkoulou si era ancora allenato a parte in orari diversi e con un preparatore messo a disposizione dal Torino, cosa che avviene dal 23 agosto dopo la gara d’andata con il Wolverhampton, a seguito del discorso fatto dal giocatore all’allenatore in merito agli errori commessi la sera recedente in campo perché non c’era con la testa e che non riusciva a concentrarsi poiché il calciomercato volgeva alla conclusione e che la società aveva promesso di cederlo e non lo aveva ancora fatto, cosa che non è avvenuta. Nelle partite successive il centrale difensivo non è stato più convocato e Mazzarri, ma anche il presidente Cairo hanno detto che si aspettavano delle scuse da lui per non aver detto questo prima della partita persa per due a tre. Poi c’è stata l’intervista rilasciata da Nkoulou a “L’Équipe” dove, appunto, si spiegavano i motivi del suo non esserci con la testa, motivi che sono stati poi esternati anche sui profili social dallo stesso Nkoulou.  

Da giorni si prospetta che il giocatore chieda scusa in modo da tornare ad allenarsi con i compagni e ieri pareva che fosse la volta buona, ma non sembra sia stato così da quanto appunto riportato dalla maggior parte degli organi si stampa, anche se su “La Stampa”, invece, si dice che il difensore abbia parlato con i compagni. Infatti, nell’articolo “Fedeltà Mazzarri più Toro che Napoli nella sua carriera” a firma Guglielmo Buccheri è trattata anche la questione Nkoulou e c’è scritto: “Nkoulou parla ai compagni” e viene specificato “Gruppo al lavoro al gran completo (Iago Falque partirà domani con la Primavera per Napoli per ritrovare l’abitudine al campo) e, prima, annunciate, mosse di Nkoulou: il difensore camerunense ha parlato ai compagni, spiegando i motivi del suo comportamento. IL Lecce, per il centrale granata, rimane, però, una partita da vedere da casa”.

A questo punto è normale chiedersi: Ma Nkoulou ha fatto le sue scuse oppure no? E di conseguenza il giocatore ha ripreso ad allenarsi con i compagni oppure no? Nel report sulla sessione di allenamento di ieri pubblicato sul sito ufficiale del Torino si legge: “Alla sessione tecnico-tattica diretta da Walter Mazzarri hanno partecipato tutti gli elementi attualmente a disposizione, con il rientro dei nazionali Aina, Laxalt, Lukic e Ujkani”. Sembrerebbe, quindi, che anche Nkoulou abbia partecipato all’allenamento, ma dal report di venerdì 30 agosto poteva sembrare lo stesso e, invece, non era così: “Ripresa della preparazione per il Torino con duplice programma di lavoro al Filadelfia. I calciatori rientrati nella notte dalla trasferta inglese di Wolverhampton hanno fatto una seduta defaticante, mentre tutti gli altri elementi attualmente a disposizione hanno svolto una sessione tecnico-tattica. La prima diagnosi circa l’infortunio occorso a Simone Zaza, nel finale del match di ieri sera, riferisce di un trauma distorsivo al ginocchio sinistro. Nelle prossime ore seguiranno ulteriori indagini e un consulto specialistico”.

Sul fatto se ieri Nkoulou abbia fatto oppure no le sue scuse o se le farà oggi nella sessione pomeridiana di allenamento sarebbe bene che la società ne desse comunicazione e specificasse anche se si allena ancora a parte oppure con i compagni. Magari il giocatore ha parlato ai compagni e si attende che lo faccia anche con Cairo, quando sarà presente a una sessione d’allenamento. Ma fare chiarezza su una vicenda del genere è la cosa migliore poiché così si rispetterebbero i tifosi che hanno il diritto di sapere.