Nicola ha "doppiato" Giampaolo: per il rinnovo automatico non basta ancora

17.04.2021 09:30 di Emanuele Pastorella   vedi letture
Nicola ha "doppiato" Giampaolo: per il rinnovo automatico non basta ancora
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

I primi due test di aprile sono andati bene: pareggio nel derby contro la Juventus, vittoria alla Dacia Arena contro l’Udinese. Quattro punti in due partite che hanno permesso ai granata di allungare a +5 sul Cagliari terzultimo, così da poter preparare con maggiore tranquillità l’impegno contro la Roma. E saranno i giallorossi il primo ostacolo della seconda metà del mese: domenica la formazione di Paulo Fonseca farà visita all’Olimpico Grande Torino, poi il turno infrasettimanale a Bologna, infine la sfida casalinga contro il Napoli. Queste le ultime tappe di aprile, mese chiave per la salvezza e il futuro del Toro, con il presidente Urbano Cairo che vuole cominciare a programmare il prima possibile la prossima stagione. Conquistare la permanenza in serie A e progettare la nuova rinascita: il club di via Arcivescovado cerca di muoversi così.

In primis ci saranno le valutazioni sul tecnico, Davide Nicola, che a livello di risultati ha portato una netta svolta. Il suo predecessore, Marco Giampaolo, fece meno punti (13 a 14) pur giocando più partite (18 a 11), così la media si è alzata da 0.72 a 1.27. E' stata praticamente raddoppiata, anche se, conti alla mano, in questo momento non basterebbe ancora per il rinnovo automatico: all’allenatore non basta la semplice salvezza sul campo, ma anche ottenere una media punti a gara che si attesti tra l’1.4 e l’1.5. Di questo passo, però, viene davvero difficile immaginare che Nicola non venga confermato sulla panchina, considerando anche il percorso fatto, partito da un punto di ritardo rispetto al terzultimo posto e ora con cinque lunghezze sopra alla zona B.

Il tecnico ha ancora nove partite a disposizione per provare ad aumentare ulteriormente la propria media punti. Oltre alle otto giornate mancanti, infatti, i granata devono sempre recuperare la sfida contro la Lazio rinviata lo scorso marzo a causa del focolaio Covid scoppiato al Filadelfia. Quella di Nicola non è una missione impossibile, anzi: ma già domani contro la Roma serve alzare l'asticella e cercare un'altra sterzata in chiave salvezza.