Mihajlovic presenta Torino-Roma: "Sono più attrezzati di noi, cerchiamo di sfruttare il fattore campo"

24.09.2016 14:45 di Alex Bembi   vedi letture
Fonte: Dalla nostra inviata Elena Rossin
Mihajlovic presenta Torino-Roma: "Sono più attrezzati di noi, cerchiamo di sfruttare il fattore campo"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Il tecnico del Torino Sinisa Mihajlovic ha risposto alle domande dei media riguardo la sfida con la Roma di domani all'ora di pranzo. Con lui anche Benassi e Belotti.

"La Roma parte più attrezzata di noi, ma si inizia a giocare sempre dallo 0-0. La differenza la farà il campo e noi dovremo sfruttare il fatto di giocare in casa. Veniamo da una gara sofferta ma positiva, anche domani cercheremo di fare il nostro gioco. Vogliamo una vittoria contro una squadra di livello, ora ci aspettano Roma e Fiorentina e cercheremo di vincerle entrambe". Le prime dichiarazioni dell'allenatore granata. "Mi aspetto da tutti qualcosa di speciale - continua Sinisa -, mi aspetto una grande partita. Queste sono le partite che ogni giocatore vorrebbe giocare. Loro potranno metterci in difficoltà, ma lo stesso proveremo a fare noi. Vogliamo andare in campo per vincere. Spalletti cambia spesso l'attacco e conferma la difesa. Sarà una partita equilibrata, se Iago o Castan hanno motivazioni in più in quanto ex romanisti ok, ma non penso servano stimoli particolari domani. Per quanto mi riguarda sono passati 24 anni, non ho da prendermi nessuna rivincita. E' una squadra che mi piace con una società modello. Totti? Lo saluterò con affetto e se è ancora in campo è un piacere. Ci sono tutti, e poi c'è Totti. E' uno dei migliori di sempre. Fui io a dire a Boskov di farlo esordire, mi aspetto che mi offra una cena".

Barreca continuerà a essere il titolare della fascia sinistra o sono valide le ipotesi Moretti e Zappacosta per affrontare un cliente difficile come Salah? "Un ragazzo di 20 anni se non riesce a giocare due gare in quattro giorni è meglio che cambi mestiere e vada a fare il ragioniere. Barreca col Pescara ha giocato bene, ma domani avrà Salah davanti, vediamo. Se resterà umile potrà diventare uno dei terzini più forti in circolazione. Dall’altro lato Zappacosta ha giocato bene, ma ha finito con i crampi e non ho potuto cambiarlo perchè avevo finito le sostituzioni. Lui e De Silvestri sono due titolari e non ho problemi".

Poi tocca al gallo Belotti, interrogato sui suoi obiettivi: "Ringrazio Florenzi per le belle parole nei miei confronti. Il Torino non sono solo io, quindi se i miei compagni mi metteranno nella condizione io cercherò di dare il massimo. Obiettivo 15 gol? Io non mi pongo mai un limite, devo farmi trovare pronto a ogni occasione che capita in modo da fare bene per me stesso e per la squadra".

Spazio anche per Marco Benassi, giovane granata anche capitano della nazionale under 21: "Penso che domani per noi sarà una grade occasione, la Roma è forte ma noi non abbiamo paura di nessuno. Affrontare una squadra forte è uno stimolo e fare una grande prestazione. Il tabù Roma? Ieri ho sentito Romano, è lui che ha regalato l'ultima vittoria al Torino. Cercheremo di vincere, abbiamo preparato bene la gara".

Si torna a parlare con il mister, sui singoli. Domande specifiche su Ljajic, Baselli, Castan e Maxi Lopez: "Adem ancdrà in panchina, ma non voglio rischiarlo. Baselli? Se è uno che ha carattere, mi aspetto una reazione positiva. Se parlo così vuol dire che ci tengo e voglio motivarlo. Lui ha nelle corde le possibilità per fare bene, l'ho spronato per far si che tirasse fuori le palle, così come è ora non mi piace e non andrà da nessuna parte. Ma sono convinto che alla fine farà il salto di qualità. Una squadra importante ci chiese di scambiarlo e io ho rifiutato tre volte lo scambio perchè io credo in lui. Però mi deve dare risposte e il prima possibile Castan sta bene ed è tranquillo, si sta allenando bene. E' un ragazzo equilibrato, non sarà condizionato dall'affrontare la Roma. Farà la sua gara come ha sempre fatto. Sull'argentino posso dire che il suo recupero procede, sta seguendo la dieta ed è dimagrito. Quando tornerà ci darà una mano".