Mazzarri a Minsk: "Turnover probabile, Zaza saprà come gestire la diffida"

Il tecnico invita la squadra a non pensare all'andata, apre alla posibilità di vedere anche Aina e si aspetta un'altra prova di maturità
14.08.2019 16:50 di Federico Danesi   Vedi letture
Fonte: Torino Fc
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Mazzarri a Minsk: "Turnover probabile, Zaza saprà come gestire la diffida"

Walter Mazzarri, subito prima di scendere sul prati dello stadio di Minsk per la rifinitura, ha parlato della gara di ritorno con lo Shakhtyor Soligorsk: “Domani non dobbiamo pensare alla partita di andata - riferisce il sito ufficiale del club - esattamente come abbiamo fatto nel turno precedente contro il Debrecen. Se vogliamo migliorare e creare una buona mentalità dobbiamo provare a vincere su tutti i campi, indipendentemente dai risultati che ci accompagnano”.

MAZZARRI E IL TURNOVER - “Giochiamo una volta a settimana e non è strettamente necessario. Ma visto che dispongo di calciatori importanti ho bisogno di far crescere la condizione di tutti: dunque è possibile che un paio di cambi rispetto a giovedì scorso ci siano”.

MAZZARRI E IL GRUPPO - “A livello generale la squadra ha dimostrato di stare bene, ma mi aspetto sempre una crescita”.

MAZZARRI E ZAZA - “Vero, Simone è in diffida. Comunque non condizionerà le mie scelte. Deve sapere lui come gestire queste situazioni. Non mi piace fare questi calcoli”.

MAZZARRI E LA DIFESA - “Ho voluto portare Izzo perchè per noi è un momento particolare con diversi acciaccati. Le condizioni sue e di Djidji verranno valutate oggi e poi decideremo”.

MAZZARRI E IL RITORNO DI AINA - “Se ci sarà bisogno, una trentina di minuti potrà giocarli. Mi pare sia tornato in ottima forma”.

MAZZARRI E I GIOVANI - “Millico e Rauti? Stanno crescendo in maniera esponenziale. Se avrò la possibilità di utilizzarli, sarò ben felice. In ogni caso so che su di loro posso contare”.