Live –Mazzarri:"Non penso alla classifica. Mi sono arrabbiato nel finale"

08.12.2019 17:59 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Walter Mazzarri
Walter Mazzarri

L’allenatore del Torino, Wlater Mazzarri, fra poco in conferenza stampa commenterà la vittoria con la Fiorentina.

SULLA PARTITA Bene nel primo tempo e anche per parte del secondo, ma nel finale mi sono arrabbiato. Qualche altra gara ben giocata l’avevamo già fatta. Abbiamo fatto buone trame di gioco e certe giocate avremmo potuto ottimizzarle di più e segnare un altro gol. Sapevamo che non avremmo potuto reggere per tutto la gara come nel primo tempo, ma abbiamo concesso troppo dopo il secondo gol.  

SULLA CLASSIFICA Non la guardo, non bisogna guardarla. Dobbiamo concentrarci sugli errori. Il terzo gol non siamo riusciti a farlo anche perché il campo era brutto. La Fiorentina non ha mollato e abbiamo rischiato che riaprisse la partita. In vista della gara con il Verona correggerò gli errori che sono stati fatti, no vanno ripetuti.  

SU ZAZA Ha disputato un’ottima partita. Anche la stampa con le sue critiche può essere utile. Doveva mettermi in difficoltà in settimana e ci è riuscito. L'avevo visto bene in allenamento e mi spiace che non abbia segnato il secondo gol. La settimana scorsa non era molto brillante e non l’ho fatto giocare a Genova. Oggi ha lavorato anche per la squadra, come devono fare tutti.

SU ANSALDI Ansaldi ha la capacità di fare grandi tiri per questo l’ho fatto giocare anche sulla trequarti in modo che segni di più. Quando gioca come oggi è un campione, ma va un po' pungolato perché ogni tanto si rilassa conoscendo le sue qualità.

SU BREMER Ha fatto bene, sta crescendo e oggi ha fatto bene, ma deve migliorare un po' con la palla, anche se l’ha già fatto. Se lo farà ancora diventerà uno dei difensori più forti.

SU COSA HA PENSATO UQANDO SI E' FATTO MALE DE SILVESTRI Che era un'altra giornata no e temevo che in dieci avremmo subito gol (ride, ndr), ma per fortuna abbiamo fatto una delle prestazioni migliori della stagione. De Silvestri è meno grave del previsto, ha una contusione rotulea sinistra e all'ospedale Cto, dove è stato portato per accertamenti, escludono fratture.

SU VERDI Ha fatto bene anche se lui come Berengur sono brevilinei e un campo non in buone condizioni li penalizza. Quando l'ho sostituito era stremato e avevo bisogno di mandare in campo un giocatore più fresco e più adatto a pressare perché la Fiorentina iniziava a farci soffrire. Se si cambia un giocatore e lui è contento è un problema, Verdi è coinvolto e voleva essere ancora utile, con lui non ci sono problemi e ci siamo abbracciati. Avevo un cambio e l'ho utilizzato per Verdi, anche Zaza era stanco, ma mi serviva sui piazzati.

SULLA FASE DIFENSIVA Appena molliamo un pochino facciamo delle sciocchezze, bastava fare una gabbia su Chiesa e non si sarebbe subito gol. Nel finale non ero contento per questo mi sono arrabbiato molto, ma sono contento per ciò che è stato fatto prima perché siamo stati veementi e cattivi, corti e concentrati un po’ come accadeva l’anno scorso. Guai avessimo rovinato tutto nel finale.

La conferenza è terminata