Live – Mazzarri: "Nkoulou deve dimostrare di essere migliore degli altri. Rinnovo? Basta stretta di mano"

15.09.2019 13:43 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Walter Mazzarri
Walter Mazzarri

L’allenatore del Torino, Walter Mazzarri, fra poco in conferenza stampa presenterà la partita di domani sera con il Lecce che chiuderà la terza giornata di campionato. I granata grazie alle precedenti vittorie con Sassuolo e Atalanta sono a punteggio pieno.

SUGLI ABBONAMENTI E SUI TIFOSI Questa è una cosa bellissima avere 12101 abbonati, ho sempre pensato fin dal mio arrivo che si può fare bene se si è sempre tutti uniti. Il calore dei tifosi l'anno scorso ha aiutato a fare il bellissimo girone di ritorno. Serve il pubblico che spinga la squadra sia in casa sia fuori.

SULLA PARTITA Il Lecce non ha ancora fatto punti e forse hanno pagato il passaggio dalla B alla A, ma non c’è mai nessuna partita scontata e sicuramente verranno qui per fare punti. Il Lecce gioca bene e sa già che cosa vuole il suo allenatore. Ai miei giocatori chiedo di dare il massimo, anche in partite come quella di domani con una squadra più abbordabile. Voglio una prova di continuità.

SUI GIOCATORI Fino a gennaio il gruppo numericamente è questo. Dico sempre ai giocatori che per fare bene devono stare bene fisicamente e se non lo sono è meglio che stiano fuori. Verdi deve trovare il ritmo partita, ha fatto una preparazione diversa e anche lui sa che ha bisogno di tempo, perché fisicamente può migliorare ancora tanto perché quando si è stati ai margini della rosa per quanto si sia allenato ha bisogno di tempo per ritrovare il ritmo partita. A Nkoulou ho parlato e detto che ora ci sono altre gerarchie e lui dovrà dimostrare di essere migliore degli altri, non dimentichiamoci che ci sono altri cinque ottimi difensori. Toccherà poi a me decidere ch far giocare.

SUL SUO RINNOVO DEL CONTRATTO Ringrazio il presidente per ciò che ha detto e per la stima nei miei confronti. che è reciproca. Ci capiamo e condividiamo le scelte. Adesso bisogna lavorare sul campo e pensare al Lecce, i contratti sono una formalità e per me basta una stretta di mano essendoci stima reciproca. Quando ci sarà il tempo, visti i tanti impegni di entrambi, ci sediamo e non ci saranno problemi.

SULLA SQUADRA Ci sono tante soluzioni e come dico sempre si gioca in 14. Quando la rosa è ampia tutti devono accettare di poter entrare a partita in corso. Abbiamo provato moduli differenti con vari giocatori. Il presidente ha tenuto tutti i giocatori e loro devono meritare la fiducia che è stata data. I giocatori devono capitalizzare ciò che abbiamo fatto l'anno scorso e dare continuità al rendimento perché solo così si ottengono i risultati. Il presidente, anche su mio input, ha preso elementi che possono aiutarci oltre ad aver tenuto tutti, quindi, ci sono i presupposti per fare il salto di qualità. Se i giocatori avranno professionalità anche se la rosa è aumentata e ci sono 18-19 titolari è il lavoro quotidiano e in campo che fa la differenza. Devono dimostrarmi di competere tra loro. Se tutti accetteranno questa mentalità andrà bene. A gennaio ci sarà di nuovo il mercato e chi non è contento potrà dirlo e poi si vedrà cosa fare.

SULL'IMPORTANZA DI QUESTA PARTITA Con gli impegni delle Nazionali ho riavuto tutti solo mercoledì e ho toccato tutti i tasti delle motivazioni perché è in partite come questa che si ha tutto da perdere. Se in partite come quella di domani si fanno punti allora si è una squadra matura e si è sulla strada del salto di qualità. Serve cattiveria, esperienza e il giusto atteggiamento. In passato siamo inciampati in questo tipo di partite e ora voglio vedere che cosa capiterà. Chiedo l'aiuto del pubblico perché se non si riesce subito a segnare bisogna stare calmi, si può farlo fino al 95esimo.

SU ZAZA E VERDI Zaza sta bene, è recuperato ed è a disposizione. Verdi può usare i due piedi per tirare ed è una qualità importante soprattutto per le difese che si arroccano avere un trequartista con queste qualità. Ha anche un bel tiro e quando sarà a posto fisicamente ci darà una mano a fare ciò che ci mancava. Può darci una mano negli ultimi 20 metri

ANCORA SU VERDI E’ un ragazzo umile ed intelligente. Gli sto facendo un corso intensivo e a volte gli gira la testa (ride, ndr). Abbiamo un’organizzazione particolare e tutti devono capirla e accettarla. Capita che si subisca un contropiede anche se uno solo sbaglia e quindi anche lui deve conoscere certe cose. E’ intelligente ed è già a buon punto.

SU FALQUE E SU LUKIC Lukic lo verifichiamo oggi nella mini partitina. Falque ieri ha giocato con la Primavera, ma  ha giocato su un campo sintetico e non è del tutto significativo il test, anche se lo è stato per la potenza aerobica. Da martedì lo potremo valutare meglio.

SUL MERCATO Io non do voti, ma dico che la società ha cercato di fare il meglio che ha potuto. Gli esperimenti con Verdi e Laxalt li dovremo fare nel corso del campionato come successe lo scorso anno con Zaza. Sarebbe stato meglio se fossero arrivati prima, ma questo è il mercato e vale per tutti. I giocatori devono dimostrare di meritare la fiducia e cercare di migliorare il girone di ritorno dell’anno scorso.

SULL'INTESA DEGLI ATTACCANTI  Si parla sempre di alcuni giocatori Belotti, Zaza, Falque e Verdi, ma l'anno scorso con il Milan il gol di Berenguer è stato importante. Io penso alla squadra e chi fa meglio gioca, si deve andare oltre ai nomi e ai moduli.

La conferenza è terminata.