LIVE Conferenza Taurinorum: "Il Toro torni ai suoi tifosi. Contatteremo Cairo oggi"

."Oggi abbiamo solo annunciato ai tifosi ciò che abbiamo intenzione di fare nel nostro progetto di rilancio del Torino"
29.07.2020 10:54 di Redazione TG   Vedi letture
Fonte: Dall'inviata Elena Rossin
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
LIVE Conferenza Taurinorum: "Il Toro torni ai suoi tifosi. Contatteremo Cairo oggi"

Termina la conferenza stampa.

Senza risposte concrete, ci si domanda l'utilità della conferenza: "A noi è arrivato il mandato del cliente per fare così, da parte di chi è in testa al gruppo che rimane riservato, per stanare l'attuale proprietario diciamo. Potrebbe essere un metodo nuovo anche se inusuale. L'obiettivo non era comunque quello di aizzare manifestazioni in piazza".

Ci si è già mossi sui nomi degli ex granata che rientreranno nel progetto: "Ci sono degli ex calciatori, si, ma per ora non possiamo rivelare neanche i loro nomi".

Cairo ha più volte ribadito di non voler parlare con chi si espone in pubblico: "E' vero, lo sappiamo, ma sono stati i nostri clienti a chiederci di muoverci in questo modo".

Il perché della conferenza di oggi: "Ai nostri investitori interessava solo sondare se i tifosi fossero favorevoli ad un progetto di questo tipo. La società Console and Partners invierà oggi una comunicazione ufficiale e sempre oggi contatteremo Cairo".

Sugli acquirenti: "Si tratta di imprenditori in settori differenti, ma legati alla Città di Torino ed al contesto italiano, anche se hanno interessi pure all'estero. Voi volete i nomi, è chiaro, ma noi non possiamo dire nulla fino a che Cairo non accetterà di ascoltarci e parlare con noi per avviare una possibile trattativa. La valutazione della società è arrivata dopo una 'due diligence', ma si può trattare ovviamente. Non possiamo dirvi neppure quanti sono gli imprenditori, non ancora".

L'avvocato Scalari: "E' un progetto studiato da alcuni mesi, il Torino lo contatteremo direttamente noi e lo faremo oggi stesso. Quello che abbiamo fatto oggi è stato solo di mettere alla luce il progetto che abbiamo intenzione di portare avanti. Il gruppo è costituito da più persone, ma c'è un leader e la disponibilità finanziaria è ben superiore rispetto alle cifre che sono uscite sui giornali".

Interviene Servetti: "Il nostro studio è stato incaricato di costruire finanziariamente l'operazione e chiedere a Cario di contattarci per poter parlare".

Sul futuro del Toro: "Con noi scenderà in campo tutta la città, è necessario dotare questo gruppo di uno luogo idoneo per disputare le partite. Bisogna pensare al Torino a tutto tondo come una start up, con tutto il rispetto che merita per la propria storia".

Sul coinvolgimento dei tifosi: "Tutti noi abbiamo ricordi legati al campo, i tifosi saranno sempre interpellati nelle decisioni, perché abbiamo intenzione di portare avanti un azionariato diffuso come accade in altre realtà europee come il Barcellona, per esempio. E' necessario un rapporti sinergico tra la proprietà e il tessuto economico della città".

L'ampiamento dovrà essere a trecentosessanta gradi: "C'è un piano di espansione a tutti i livelli in modo graduale ma continuativo che coinvolga costantemente anche i tifosi.  C'è forte interesse anche per il campo da gioco e per la sede societaria. Vi assicuriamo che la nostra Fede Granata è a livelli inverosimili".

Sul vivaio granata: "E' molto importante che esordiscano in prima squadra gli elementi del settore giovanile, per questo andrà migliorato notevolmente. Siamo interessati moltissimo anche al calcio femminile".

Ora interviene Pipicella: "Siamo rappresentanti dei nostri clienti che rimarranno anonimi fino a quando vorranno. Vogliono intraprendere un dialogo con Cairo e far conoscere il nostro progetto a tutti i tifosi. Vogliamo coinvolgere il tifo del Toro e potenziare la rosa. I nostri clienti possono competere a livello nazionale ed a livello internazionale sia per la prima squadra che per le giovanili. Non ci sarà la possibilità di competere per il titolo subito, ma nel triennio dopo l'eventuale acquisizione l'obiettivo è quello di tornare regolarmente in Europa, per avere un futuro all'altezza del passato".

Ha preso la parola Simone Servetti a nome di “Console and Partners”, l'advisor che segue il progetto Taurinorum: "Sviluppiamo progetto e contatti da Pipicella e Scalari, non vogliamo farci solo pubblicità, ci siamo già accertati della solidità finanziaria del gruppo e vogliamo solo che il Toro torni al Popolo Granata".

I disguidi all'ingresso stampa sono stati risolti, molti giornalisti resteranno in piedi, ma è stato scongiurato l'ingresso scaglionato. Cresce l'attesa per scoprire il progetto "Taurinorum”

10.30 In corso Galileo Ferraris 50, verranno svelati gli imprenditori dietro il cosiddetto “Comitato Taurinorum”, che sembra intenzionato a fare un’offerta per il Torino FC.

La conferenza stampa è però partita molto male per alcuni media presenti,  tra cui torinogranata.it.

La sala può ospitare solo 12 giornalisti per volta e quindi ci sarà un ingresso scaglionato. Ovviamente avevamo confermato nostra presenza, ma non c'era stato nessun accenno al numero di posti disponibili.


Conferenza Taurinorum © registrazione di Elena Rossin
Conferenza Taurinorum © Elena Rossin