Le pagelle di Torino-Sassuolo: Zaza che doppietta! Mazzarri fa con quello che ha

25.08.2019 23:12 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Simone Zaza
TUTTOmercatoWEB.com
Simone Zaza
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sirigu: 6,5 A inizio partita coglie l’occasione di un’interruzione per avvicinarsi a Bremer e dirgli qualche cosa. L’assenza di Nkoulou, che ha chiesto di non giocare perché non se la sentiva a causa del possibile addio al Torino, evidentemente impensierisce un po’ il portierone granata. Quando è chiamato a intervenire lo fa puntualmente. Non è impeccabile, ma si salva in corner sul tiro di Bourabia sotto la traversa (53’) e con un grande colpo di reni nega il gol a Obiang (54’). Il palo gli dà una mano sul diagonale di Boga e la porta è ormai sguarnita quando Capito segna (69’). Buon riflesso nell’intervenire con il piede che manda oltre la linea di fondo dopo aver respinto la palla che era carambolata su Djidji e Raspadori sul tiro di Boga (84’). Attentissimo quando arpiona con la manona il cross ravvicinato di Caputo (89’) e poi respinge quello di Raspadori (90’).

Izzo: 6,5 Deve fare il suo e dare una mano al più giovane Bremer per la mancanza di Nkoulou. Coordina il reparto. E’ un po’ sfortunato sul tiro di Caputo che gli passa in mezzo alle gambe.

Bremer: 6 Al centro della difesa al posto di Nkoulou è coadiuvato da Izzo, che gli si avvicina appena la pressione del Sassuolo accenna a farsi sentire. Svolge il compito.

Bonifazi: 6,5 Duella con Boga dimostrando personalità. Concede pochi spazi. Deve lascare il campo per un problema muscolare. (dal 67‘Djidji: 6 Fa il suo).

De Silvestri: 7 L’assenza di Nkoulou lo costringe di più a dare man forte alla difesa arretrando in modo che Izzo possa avvicinarsi a Bremer quasi a formare una difesa a quattro. Questo comporta che spinga un po’ meno sulla fascia di competenza, ma non gli si può imputare nulla poiché è evidente che rispetta le condegne di Mazzarri. Al 33’ non si fa però sfuggire l’occasione di andare a saltare di testa in area peccato che il tiro finisca di un soffio oltre il palo, lui se ne rammarica e il pubblico lo incoraggia come a dirgli non ti preoccupare sono cose che capitano noi siamo con te a prescindere. E poi arrivando di corsa impegna Consigli in una respinta evita problemi (43’). Prima della ripresa riceve istruzioni da Frustaluppi e anche nel secondo tempo continua ad alternare fase difensiva e offensiva.    

Rincon:6 Sta a protezione della difesa dividendosi il compito con Baselli. E’ attentissimo ad andare subito sul portatore di palla avversario quando si trovano nella sua zona di competenza, ma anche ad accorrere a raddoppiare le marcature un po’ più distante se occorre. Cala un po’ alla distanza, ma resta sempre efficace. Un po’ di brillantezza gli manca a causa della preparazione condizionata dai prolungati impegni con la Nazionale in estate.  

Lukic:5,5 Deve supportare Belotti e Zaza e anche agire da mezzala sinistra. Nel primo tempo è poco incisivo faticando ad inserirsi nelle trame di gioco, un pochino meglio nella ripresa. Peccato che si trovi in fuorigioco quando Zaza insacca a inizio ripresa. La sua forma non è ancora ottimale e questo lo penalizza.

Baselli:5,5 In fase di impostazione è poco preciso, per il resto fa ciò che deve  (dal 80‘Meïté: n.g.)

Ansaldi:7 Al bacio il suo cross per la lo stacco di Zaza in occasione del gol, ma non è l’unico che fa. E’ suo, infatti, anche quello per De Silvestri in occasione del colpo di testa finito di poco a lato (33’). Dialoga con Lukic in fase offensiva e dà una mano a Bonifazi in quella difensiva. A fine primo tempo esce zoppicando vistosamente sorretto dai massaggiatori e comunque si ferma a lanciare la maglia ai tifosi. Il problema al flessore lo costringe alla resa. (dal 46‘Aina: 5,5 Non dà la spinta che dava Ansaldi. Abbastanza attento in copertura)

  Belotti: 6,5 Prova e riprova a segnare, ma non ci riesce. E’ strepitoso quando toglie palla a Boga e poi la difende e riparte circondato da avversari e riesce ad appoggiare su Izzo che gliela restituisce e lui si lancia in avanti e poi vede entrare in area Zaza e lo serve.  

Zaza:7,5 Imperioso il suo stacco in mezzo all’area quando di testa insacca il gol che sblocca la partita e fa esplodere il Grande Torino dopo quattordici minuti. E a inizio ripresa segna di nuovo (50’) peccato per il fuorigioco di Lukic che fa annullare il gol. Ma poi la dea bendata gli fa carambolare addosso il rito di Belotti ed è doppietta dell’ex. Corre e cerca il dialogo con Belotti e dà anche una mano in fase difensiva. E’ così che lo vogliono Mazzarri e i tifosi.

Mazzarri: 7 Si ritrova con la tegola di dover fare a meno di Nkoulou oltre a dover tenere concentrati i suoi senza che pensino al ritorno con il Wolverhampton. Mette Bremer al centro della difesa e lo fa aiutare da Izzo e De Silvestri che con Bonifazi piazzato a sinistra in fase difensiva di fatto formano una difesa a quattro. Si affida al “El General” Rincon per dare protezione alla difesa e ne vene ripagato. Si è dovuto arrangiare con i giocatori che ha e ha portato a casa i primi tre punti alla prima in campionato, meriterebbe i rinforzi di cui ha bisogno, li pretenda.

SASSUOLO: Consigli: 6, Toljan:5 (dal 67‘Maldur: 5,5), Marlon: 5, Ferrari: 6, Rogerio: 5 (dal 46‘Peluso: 6), Locatelli: 5,5 (dal 82‘Raspadori: 6,5), Obiang: 6,5, Traore: 5,5, Bourabia: 6,5, Caputo: 6,5, Boga: 6,5.
De Zerbi: 5,5

Arbitro Fabbri: 5,5 La partita a tratti è maschia e il pubblico lo becca tutte le volte che non interrompe subito il gioco quando un granata toccato un po’ duro è a terra e se capita che sia Belotti i fischi sono ancora più prolungati.  Qualche cartellino in più ci stava. Un po’ generoso con Obiang quando stende Zaza è gli sventola solo il cartellino giallo.