Le pagelle di Torino-Lazio: il solito Belotti, ma da solo non basta. Positivi i difensori. Delude ancora Verdi

30.06.2020 22:03 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Andrea Belotti
© foto di www.imagephotoagency.it
Andrea Belotti

Sirigu: 6 Ha bloccato a terra senza problemi il tiro-cross di Jony (12’). Immobile ha provato ad impensierirlo su assist di Luis Alberto, ma l’ex granata era in fuorigioco (15’). E anche il secondo tentativo di Ciro, smarcato da Milinkovic-Savic in area, è andato a vuoto perché alto (23’). E alto è andato anche il tiro dalla distanza  di Milinkovic-Savic (24’). Immobile lo ha graziato con un tiro fuori misura (37’). Su cross di Radu Milinkovic-Savic al volo non ha inquadrato lo specchio della porta (39’). E’ intervenuto in due tempi facendo sua la palla sul colpo di testa di Parolo (43’). Caicedo ha poi mancato l’aggancio davanti a lui sul preciso lancio di Acerbi (44’). Per sua fortuna e quella del Torino il gol di testa di Acerbi, che non era riuscito a impedire, è stato annullato per fuorigioco (45’+1’). E’ stato tempestivo nell’agguantare in presa alta il traversone di Jony (45’+2’). Un po’ avventato nel dribbling fuori area alla fine del primo tempo, ma alla fine è riuscito ad allontanare la palla. A inizio ripresa Immobile non è stato preciso di testa sulla punizione di Jony mandando la palla decisamente a lato (47’), ma il laziale si è rifatto poco dopo su lancio di Luis Alberto ha controllato è entrato in area e con il sinistro ha insaccato (48’). Su cross in profondità di Radu Milinkovic-Savic non lo ha impensierito perché si è tuffato riuscendo solo a spizzare la palla di testa e mandandola ampiamente a lato (63’). Immobile ha sparato alto non creandogli problemi (71’). D’istinto con i piedi ha allontanato il tiro al volo di destro di Milinkovic-Savic (72’). Incolpevole sul secondo gol della Lazio per la deviazione di Bremer che lo ha spiazzato sul tiro di destro di Parolo (72’). Preziosa la deviazione oltre il palo del tiro di Correa di sinistro da posizione defilata (82’).  

De Silvestri: 5,5 Ha sofferto un po’ Jony ed è stato un po’ impreciso nei cross. Jony gli ha impedito di sfruttare il traversone di Aina (56’). (Dal ‘59 Ansaldi: 5,5 Non è al top della condizione e si vede. Lukaku gli ha tolto la palla dai piedi e servito Immobile che ha sprecato (71’). Buon cross per Millico (81’), ma non altrettanto il tentativo fuori misura di servire Djidji (84’).).

Lyanco: 6,5 Buona la sua partita senza commettere errori. Preciso nell’allontanare di testa la punizione calciata da Luis Alberto (27’). Si è rifugiato in angolo su tiro di Lukaku (64’). Attento nel ribattere il tiro da fuori area di destro di Correa (79’). Con Djidji ha vanificato lo scatto di Immobile rifugiandosi in angolo (90’+2’).  

Nkoulou: 6,5 Decisamente meglio che con il Cagliari. Dalla sua girata sulla punizione calciata da Verdi è arrivato il rigore per il fallo con il braccio di Immobile in area (4’). Attento nel proteggere l’uscita di Sirigu sulla torre di Milinkovic-Savic sul traversone di Jony (27’). Ha impedito con tempestività a Lazzari di avanzare dalla destra accentrandosi (34’) e poco dopo con esperienza ha costretto Immobile al fallo nel tentativo di arrivare su un lancio lungo (36’). Tempestivo nell’intervenire di testa in tuffo in mezzo all’area sul tiro di Milinkovic-Savic (49’). Non si è fatto superare da Immobile che puntava l’area (55’). Perfetta la diagonale sul taglio di Correa servito da Milinkovic-Savic (65’). Buona la chiusura su  Milinkovic-Savic (87’).

Bremer: 6,5 Come nelle gare precedenti attento e propenso ad andare in anticipo sull’avversario. E’ intervenuto puntualmente di testa per evitare che Immobile si avventasse sulla palla (41’). Ha liberato l’area dopo che Immobile aveva ricevuto da Luis Alberto (43’). Involontariamente e purtroppo ha deviato il tiro di Parolo beffando Sirigu (72’). (Dall’‘80 Millico: n.g. Appena entrato ha provato a sfruttare un cross di Ansaldi, ma Radu ha liberato di testa (81’).).  

Aina: 6 E’ riuscito a riscattare in parte la pessima gara di Cagliari. Accelerando ha costretto al fallo Parolo procurando al Torino una punizione da buona posizione (3’). Ha concesso il primo calcio d’angolo della partita quando Luis Alberto ha cambiato gioco per Lazzari (8’). Servito da Belotti ha strozzato troppo il tiro di destro dal limite (51’). Buona chiusura in angolo su Lazzari (53’). Interessante traversone, ma Jony lo ha annullato (56’). (Dal ‘70 Edera: 5,5 E’ stato poco incisivo).   

Meïté: 6 Ha dato una mano nel far circolare la palla e non ha commesso errori rilevanti. Si è visto murare da Acerbi un tiro da 25 metri (86’).  

Rincon: 5,5 Ha lavorato tanto per aiutare la difesa e impedire a uno come Luis Alberto di fare il bello e il cattivo tempo, seppur l’abbia un po’ patito, ma la condizione fisica non lo sorregge adeguatamente. Da un suo errore Immobile ha potuto entrare in area dopo aver saltato un paio di avversari, ma per fortuna il tiro è stato fuori misura (37’).   

Lukic: 5,5 Poteva fare di più in occasione delle ripartenze del Torino, ma in fase difensiva ha dato per quanto possibile un po’ di ordine. (Dall’‘80 Djidji: n.g. Con Lyanco ha vanificato lo scatto di Immobile rifugiandosi in angolo (90’+2’).).

Belotti: 6,5 Come al solito è troppo solo e non abbastanza supportato dai compagni. Non può fare tutto da solo ed è sempre pronto a dare una mano agli altri quando serve. Ha riscattato il rigore sbagliato con il Parma andando a calciare perfettamente dagli undici metri: lunga rincorsa, dal limite dell’area, e gol spiazzando Strakosha che si era tuffato a destra mentre la palla veniva spedita a sinistra (5’). Su palla servitagli da Verdi al limite dell’area dopo averla controllata ha provato il tiro di sinistro, ma Parolo ha deviato sul fondo (10’). Peccato che sia incespicato sul pallone al limite dell’area in occasione di un’incursione per vie centrali (21’). Ha servito bene Aina, che ha strozzato troppo il tiro (51’).  

Verdi: 5 Troppo poco incisivo in fase offensiva, non ha dato gli spunti che avrebbe dovuto. Dalla punizione battuta da lui con seguente girata di Nkoulou è arrivato il rigore per il Torino per il fallo con il braccio di Immobile (4’). Ha speso un fallo tattico su Luis Alberto (45’). (Dal ‘59 Berenguer: 5,5 Non ha fatto molto per supportare Belotti ).

Moreno Longo: 6 Ci ha messo l’anima per trovare la quadra, ma gli mancano gli uomini giusti. Un po’ per far rifiatare qualcuno e un po’ per dare un assetto il più solido possibile con i giocatori che ha disposizione (tenuto conto dello stato di forma di tutti e che sabato ci sarà il derby, e, non ultimo, visto che la Lazio con le 64 reti fatte, prima dell’inizio della gara, è una macchina da gol inferiore solo all’Atalanta e la sua squadra aveva già al passivo 50 reti) ha fatto qualche variazione rispetto alle partite precedenti. Ha posizionato De Silvestri e Aina (che ha ricevuto nuovamente fiducia nonostante la brutta partita con il Cagliari e lasciato Ansaldi in panchina) arretrati sulla linea dei difensori con Izzo, tra l’altro diffidato, in panchina. A centrocampo Lukic in mezzo e i più muscolari Meïté e Rincon ai suoi fianchi. In attacco Verdi a supporto di Belotti con Edera e Berenguer anche loro in panchina. La squadra è entrata in campo decisamente concentrata e si è subito proposta in avanti sbloccando con Belotti il risultato (5’) e poi ha retto nel primo tempo alll’urto della pressione della Lazio alla ricerca del gol del pareggio, seppur con qualche affanno, ma con una più che discreta attenzione difensiva. La ripresa è iniziata come buona parte del primo tempo con la Lazio che attaccava e alla fine Immobile è riuscito a segnare (48’). Vedendo in sofferenza i suoi ha immesso forze fresche Berenguer per Verdi e Ansaldi per De Silvestri (59’) e poi Edera per Aina (70’), ma non è bastato per impedire alla Lazio di passare in vantaggio con Parolo (72’). Tutto subito i suoi hanno accusato il colpo, ma si sono ripresi e lui alla ricerca del pareggio ha mandato in campo Millico al posto di Bremer (80’) e per comunque non lasciare sguarnita la difesa Djidji al posto di Lukic (80’). Alla fine è arrivata una sconfitta, ma dignitosa senza soccombere sotto la pressione della Lazio che ci ha messo del suo commettendo parecchie imprecisioni sotto porta.    

LAZIO: Strakosha: 6; Patric: 6 (dal ‘90 Djavan Anderson: n.g.); Acerbi: 6,5; Radu: 6; Lazzari: 6,5 (dal ‘90 Bastos: n.g.); Milinkovic-Savic: 6; Parolo: 6,5; Luis Alberto: 7,5; Jony: 6 (dal ‘59 Lukaku: 6); Caicedo: 5 (dal ‘59 Correa: 6,5); Immobile: 6,5.
Massimiliano Farris: 6,5.

Arbitro Davide Massa: 6,5 Buona la sua direzione di gara. Impeccabile nell’ammonire Immobile per fallo con il braccio in area e nell’assegnare il rigore al Torino (4’). Corretta l’ammonizione a Caicedo per la trattenuta ai danni di Aina (29’) come il giallo a Verdi per fallo tattico su Luis Alberto (45’). Bravo nell’annullare il gol di Acerbi per fuorigioco (45’+1’). Corretta anche l’ammonizione a Lukaku per fallo su Belotti (74’).