Le pagelle di Sassuolo-Torino: Sirigu il suo lo ha fatto, ma non è bastato. Verdi ancora una volta non abbastanza incisivo

18.01.2020 20:50 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Salvatore Sirigu
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Salvatore Sirigu

Sirigu: 6,5 Lui le parate le fa, ma se i compagni non giocano altrettanto bene il suo lavoro viene vanificato. Kyriakopoulos su sviluppo da calcio d’angolo lo ha graziato mandando di poco la palla oltre il palo (2’). Come al solito ha sfoderato parate decisive. Ha negato il gol a Caputo (30’), ha respinto sul primo palo il tiro di Kyriakopoulos (59’), si è disteso e ha spedito la palla in corre su turo di Locatelli (66’). Nulla ha potuto sulla conclusione a giro di Boga dal limite dell’area con il pallone che si è infilato appena sotto il sette (62’). Berardi poi lo ha superato e segnato il gol che è valso i tre punti al Sassuolo (73’).

Izzo: 6,5 E’ tornato ad essere il difensore affidabile dell’anno scorso e ha anche provato a segnare. Preciso nell’allontanare il cross di Kyriakopoulos (29’). Si è visto annullare il gol perché la palla in precedenza era andata oltre la linea di fondo (31’) e anche non gli è riuscita la deviazione in porta su punizione di Berenguer (71’) deviata dalla difesa neorverde. E stato decisivo nel raddoppiare su Boga (78’).

Nkoulou: 6,5 Non ha concesso nulla agli avversari e guidato la difesa. Attento a deviare il tiro di Boga (5’) che così è finito sul fondo. Fortunato quando con la schiena ha deviato il tiro di Berardi (49’). Utilizzando bene il corpo ha impedito a Caputo di avanzare (84’) e poi ha recuperato palla togliendola a Djuricic senza commettere fallo (86’).

Djidji: 6 La sua prestazione è stata positiva, anche se come gli altri ha un po’ dormito in occasione del gol partita di Berardi (73’). Ha dimostrato ottimo tempismo quando in scivolata è intervenuto su Toljan (10’). Si è ripetuto su Caputo (18’) e lo ha fatto anche su (Berardi (25’). E’ stato graziato dall’arbitro Massa e dal Var quando con il braccio un po’ largo ha toccato il pallone (58’). Ha messo una pezza quando Aina si è fatto fare tunnel (63’). (dal ‘76 Millico: 6,5 Con una bella azione ha servito Berenguer (81’) che non ha sfruttato e poi dopo uno stop da manuale ha colpito la traversa cin un tiro a giro dal vertice sinistro dell’area (82’). Ingenuo nel fare fallo su Toljan che ha portato a una punizione per il Sassuolo (90’ +3’), quando si deve recuperare si deve stare più attenti, ma è perdonato. Tenerlo in panchina è un vero peccato).  

De Silvestri: 6 Ha spinto e bene nel rimo tempo, mentre nel secondo a causa del calo della squadra ha dovuto più preoccuparsi di difendere. Si è fatto sorprendere da Boga (78’). Positiva la deviazione sul cross di Locatelli (79’).   

Rincon: 6,5 Ha fatto sentire in positivo la sua presenza in mezzo al campo. E’ stato il suo tiro potente da fuori area a propiziare il gol: deviazione di Obiang, tentativo andato a vuoto di respinta di Consigli e palla che finita su Locatelli, a due passi dalla porta e in scivolata nel tentativo di allontanarla, s’insacca (20’). Si è visto costretto ad atterrare Kyriakopoulos che aveva rubato palla a Verdi e si stava involando rimediando così l’ammonizione che gli farà saltare la partita con l’Atalanta per squalifica (42’). Purtroppo ha macchiato un pochino la sua prestazione facendosi fare tunnel da Boga che poi ha segnato (62’). (dal ‘80 Meïté: 5,5 Come al solito perde più palloni di quelli che recupera e tiene).  

Lukic: 5,5 Meglio in fase difensiva e nel dare equilibrio al centro campo, ma ha spinto poco. Ha rischiato l’autogol quando è intervenuto in anticipo su Kyriakopoulos (9’). Buono il recupero sul tentativo di Boga di servire qualche compagno (47’).

Aina: 5,5 Al solito ha alternato cose positive ad altre negative, ma alla fine il conteggio pende dalla parte delle seconde. Si è opposto bene a Toljan (28’). Ha ricevuto il cartellino giallo per fallo su Berardi (60’) e anche lui essendo diffidato salterà la gara con l’Atalanta. Si è fatto fare tunnel da un giocatore del Sassuuolo e per fortuna che ci ha messo una pezza Djidji (63’).

Verdi: 5 Prestazione in calando e il gol che si è mangiato grida vendetta. Ha innescato, su sviluppo da calcio d’angolo, Rincon in occasione del gol che ha sbloccato la partita (20’). Si è fatto ammonire per un fallo su Berardi (40’) e poi si è fatto sfuggire Kyriakopoulos (42’). E ha concluso il primo tempo divorandosi il gol del raddoppio: crossi di Belotti e Simone solo soletto all’interno dell’area non ha inquadrato lo specchio della porta con la girata con il mancino (45’). (dal ‘54 Laxalt: 5,5 E’ stato ancora una volta utilizzato da mezzala e non da esterno, se l’è cavicchiata, ma poteva fare di più. Ha avuto l’occasione della rete del pareggio, ma il suo colpo di testa è finito decisamente sul fondo (90’)).

Berenguer: 5,5 Meno brillante rispetto alle ultime partite. Si è visto deviare un tiro in porta da Obiang (33’). Debole il colpo di testa su input di Millico (81’)

Belotti: 6 Il gol l’ha cercato, ma senza trovarlo anche un po’ per sfortuna. Aveva voglia di rispondere alla tripletta di Immobile alla Sampdoria e così ha provato in tutti i modi a segnare tanto più che in tribuna c’era il Ct Roberto Mancini, ma in qualche frangente si è fatto prendere un po' dalla frenesia. Su cross di De Silvestri ha fatto fallo in attacco rilevato dall’arbitro (16’). Il suo diagonale è stato respinto da Consigli (23’), mentre il bel tiro a giro, dopo che si era spostato di tacco il pallone sul sinistro, è andato poco oltre il secondo palo (26’), ma il “Gallo” era lievemente in fuorigioco. Sfortunato anche sul colpo di testa finito di poco a lato dopo che aveva resistito al contrasto di Kyriakopoulos (51’).

Walter Mazzarri: 5 Perdonato Verdi dopo le scuse per non aver accettato la sostituzione nella precedente partita ritrovato Rincon che ha superato l’influenza si è affidato all’ex Napoli e a Berenguer per dare man forte a Belotti. Sule fasce ha optato per De Silvestri e Aina lasciando Laxalt in panchina e a centrocampo ha schierato il venezuelano con Lukic facendo accomodare in panchina Meïté e in difesa ha riproposto Djidji. All’inizio il Torino ha tatto fatica a far girare la palla e il Sassuolo ha potuto pressare, ma poi i granata hanno trovato il gol del vantaggio propiziato dal tiro da fuori area di Rincon che ha portato all’autogol di Locatelli (20’). Il Torino nel primo tempo ha fatto bene ed è andato in vantaggio, ma la squadra non può perseverare poi sempre negli stessi errori che finiscono per regalare punti agli avversari e quando si ha di fronte una squadra in difficoltà come o era il Sassuolo la palla deve girare più velocemente e in modo meno prevedibile e non riuscire nelle ripartenze è una colpa. Millico s’impegna perché allora non utilizzarlo di più?

SASSUOLO: Consigli: 6; Toljan: 5,5; Romagna: 6; Peluso: 6,5; Kyriakopoulos: 6,5; Obiang: 6,5; Locatelli: 6; Berardi: 7 (dal ‘90’ +1’ Muldur: n.g.); Traoré: 5,5 (dal ‘69 Djuricic: 6); Boga: 7,5; Caputo: 5,5 (dal ‘89 Magnanelli: n.g.).
Roberto De Zerbi: 6,5.

Arbitro Davide Massa: 6 I cartellini li ha distribuiti tutto sommato correttamente, anche se ha graziato Djidji e il Var gli ha dato ragione. Anche quando ha fischiato alcuni falli senza ammonire lo ha fatto con un criterio equanime.