Le pagelle di Roma-Torino: il gol della bandiera di Belotti, anche Edera vicino a segnare. L’espulsione di Singo troppo severa

17.12.2020 23:20 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Abdrea Belotti
TUTTOmercatoWEB.com
Abdrea Belotti
© foto di www.imagephotoagency.it

Milinkovic-Savic: 6 Prende tre gol, ma a parte due piccole sbavature non ha fatto male. Non sicurissimo nella presa, sul cross basso di Dzeko, ha fatto sua la palla in due tempi prima che Mkhitaryan potesse rendersi pericoloso (5’). Bruno Peres non gli ha creato problemi sbagliando il tiro con il sinistro da posizione molto favorevole e senza ostacoli (11’). Ha chiuso lo specchio a Mancini (17’). Di piede dopo essersi tuffato ha respinto il tiro da posizione defilata di Mkhitaryan (19’). Incolpevole sulla bordata di Mkhitaryan che è rimbalzata sul palo prima di finire in rete (27’). Il tiro d’esterno destro di Spinazzola per sua fortuna è finito fuori di un nonnulla (36’). Ha intuito che Veretout avrebbe calciato a fil di palo nell’angolino basso alla sua sinistra, ma non è riuscito a impedire che la palla entrasse in porta (43’). Uscita incerta e altra presa non perfetta sul cross di Mkhitaryan, che però era stato lievemente deviato da Lyanco (61’). Ha intercettato il campanile di Kumbulla che aveva colpito di testa in torsione la palla messa in mezzo da Spinazzola (63’).Pellegrini con un controllo a seguire ha segnato il terzo gol della Roma infilando la palla mel sette, ma lui non ha nessuna colpa (68’). A tu per tu ha ipnotizzato Mayoral che ha tirato male facendo deviare la palla da Bremer (90’+3’).  

Bremer: 4,5 Colpevole su due dei tre gol della Roma. Buona la sua avanzata, ma il pallone indirizzato in mezzo è stato deviato da Mkhitaryan e poi allontanato da Spinazzola (14’). Spizzando la palla colpita da Bruno Peres ha finito per servire Spinazzola che per poco non ha segnato (36’). Era riuscito ad arrivare con la punta del piede per primo sulla palla, ma prima che Dzeko inciampasse con il ginocchio ha toccato il giallorosso e l’arbitro ha fischiato il rigore per i padroni di casa (42’). E’ stato bravo a impossessarsi del pallone sul tentativo di Pellegrini di servire Mkhitaryan (52’). Ha calciato male, altissimo, con il destro su imbeccata di Linetty (54’). Non ha saputo contrastare Pellegrini in occasione del gol (68’). Il suo colpo di testa è finto un po’ a lato (84’). Ha deviato in corner il tiro di Mayoral (90’+3’).

Lyanco: 5,5 Se non avesse sbagliato la respinta che ha propiziato il prio gol della Roma avrebbe fatto una gara sufficiente. Buono l’anticipo su Pellegrini (3’). Ha scelto bene il tempo per la chiusura sul tentativo di passaggio in area di Pellegrini (18’). E’ intervenuto male respingendo corta la palla calciata da Spinazzola e l’ha consegnata a Mkhitaryan che ha segnato (27’). Interessante la verticalizzazione per Vojvoda (57’). Ha murato il tiro di piatto di Pellegrini, che avrebbe potuto calciare di prima senza controllare,  evitando che segnasse (48’). Ha deviato quel tanto che basta anticipando Veretout il cross di Mkhitaryan (62’). Il suo tiro dalla trequarti è stato un po’ troppo centrale per impensierire Pau Lopez (72’).  

Buongiorno: 6 Ha un po’ patito la spinta della Roma sul suo lato, ma tutto sommato ha disputato una partita sufficiente ripagando la fiducia che l’allenatore gli ha concesso. Un po’ distante da Bruno Peres, che per fortuna non si è reso pericoloso, e non ha impattato con la palla quando ha provato ad allontanarla (11’). (Dal ‘77 Bonazzoli: n.g. Da dentro l’area di sinistro al volo ha mandato di un soffio oltre il palo alla destra di Pau Lopez (78’). Smalling gli ha murato una conclusione (90’+1’)).

Singo: 5,5 La sua partita è durata solo 14 minuti e poi è stato espulso per doppia ammonizione, ma senza aver commesso chissà quali cattiverie. Il primo fallo tattico su Mkhitaryan c’era tutto (7’), ma il secondo su Spinzzola decisamente meno, anche se lui era un po’ in ritardo però contatti di questo tipo si verificano spesso fra due che vogliono impossessarsi della palla, ma il giallorosso è finito a terra e l’arbitro un po0 severamente ha estratto il cartellino giallo. Per il resto non aveva iniziato male la gara.   

Gojak: 6 Dopo l’espulsione di Singo è toccato a lui lasciare il campo, ma stava svolgendo il compito senza infamia e senza lode. (Dal ‘23 Ansaldi: n.g. Sfortunato. Per infortunio ha dovuto lasciare il campo sul finire del primo tempo). (Dal ‘45 Edera: 6,5 Ha sfruttato l’occasione. E’ andato vicinissimo al gol con un tiro dalla distanza di sinistro che si è stampato sulla traversa (64’). Pau Lopez ha sventato la sua ribattuta prima che Belotti segnasse (73’). Ha calciato la punizione con un sinistro, ma la palla non è scesa abbastanza finendo un po’ sopra la traversa (80’) ). 

Meïté: 5 Non sfrutta a dovere il gran fisico che ha. Villar lo ha aggirato con facilità (3’). (Dal ‘46 Rincon: 6 Ha svolto il compito).

Linetty: 6 E’ stato abbastanza pimpante e ha provato a dialogare con Belotti. Non male il dai-e-vai con Belotti (20’). E’ stato bravo a nascondere il pallone a Mancini e costringerlo a fare fallo (40’). Con caparbietà al limite dell’area non ha perso palla e ha servito Bremer (54’).   

Vojvoda: 5,5 E’ stato abbastanza avulso dal gioco. Ha iniziato a sinistra per poi passare a destra dopo l’uscita di Ansaldi. Si è fatto anticipare da Karsdorp sulla verticalizzazione di Lyanco (57’).

Lukic: 5,5 Ha patito un po’ troppo la qualità dei giocatori della Roma. Con precisione ha restituito palla a Belotti (6’). Non male il filtrante per Linetty (8’). (Dal ‘46 Segre: 5,5 Un po’ impalpabile).

Belotti: 6,5 Come al solito è l’anima della squadra e anche se subisce tanti falli stringe i denti e tira avanti. Il suo filtrante a Lukic è risultato un po’ troppo profondo (6’). Di testa non ha angolato abbastanza la palla e Pau Lopez senza problemi la fa sua (12’). E’ stato fermato fallosamente da Bruno Peres nel dai-e-vai con Linetty (20’). Bassa e debole la punizione indirizzata sul primo palo che è stata facile preda del portiere (22’). Da un suo retropassaggio con palla finita a Dzeko è scaturita l’azione del rigore causato da Bremer (42’). Ha recuperato palla e con il sinistro dal limite ha impegnato Pau Lopez che non ha trattenuto e sullo sviluppo dopo un batti e ribatti ha accorciato le distanze (73’).

Marco Giampaolo: 5,5 La sua squadra è stata nuovamente sconfitta, ma ha pesato come un macigno l’espulsione, eccessiva, di Singo (14’). La Roma in superiorità numerica ha avuto la meglio sui suoi che già erano in profonda crisi. Ha avuto il coraggio di schierare una squadra molto rimaneggiata. I parecchi cambi principalmente per provare a dare la scossa alla squadra, ma anche perché con tre partite in sette giorni e una classifica da scalare il turnover è quasi obbligato, tanto più che ci sono giocatori infortunati Baselli, Millico, Murru, Verdi e Zaza ai quali si aggiunge Ujkani, che deve ritrovare la condizione dopo essere uscito dal Coronavirus. Le novità le ha fatte partire dalla porta con Milinkovic-Savic fra i pali e Sirigu a riflettere in panchina. Nella linea difensiva ha ri-schierato Bremer e dato spazio a Buongiorno con in mezzo Lyanco dando un turno di riposo a Rodriguez. Ancora Vojvoda sulla fascia sinistra per affidare quella destra a Singo. In mezzo ha dato fiducia a Meïté, Gojak e Linetty facendo riposare Rincon. E in attacco a supporto di Belotti, unica punta, Lukic, quindi alla ricerca di punti, per far fronte alle esclusioni e alle assenze ha modificato anche il modulo adottando il 3-5-1-1. L’approccio dei suoi è stato positivo, ma l’espulsione di Singo e la superiorità della Roma hanno fatto la differenza e quando nella ripresa i gallorossi hanno mollato dopo il terzo gol ormai era tardi per provare la rimonta, ma va dato atto che i suoi ci hanno provato.    

ROMA: Pau Lopez: 5,5; Mancini: 6 (dal ‘46 Kumbulla: 6); Smalling: 6; Ibanez: 5,5; Bruno Peres: 5,5 (dal ‘46 Karsdorp: 6); Veretout: 6,5; Villar: 6,5 (dal ‘59 Pedro: 5,5); Spinazzola: 6,5 (dal ‘71 Calafiori: 5,5); Mkhitaryan: 7; Pellegrini: 7; Dzeko: 6,5 (dal ‘59 Mayoral: 6).
Paulo Fonseca: 6,5.

Arbitro Rosario Abisso: 4 Il secondo giallo a Singo ha condizionato la partita e il suo compito è dirigerla, non condizionarla. Corretta l’ammonizione a Singo che in tackle ha fermato Mkhitaryan (7’). Esagerata la seconda ammonizione, che ha comportato l’espulsione, a Singo che con la punta del piede cercava l’anticipo su Spinazzola e poi dopo è venuto in contatto con il giallorosso facendolo cadere (14’). Giusti i gialli a Bruno Peres Peres per il fallo su Belotti (20’) e quello a Mancini per fallo su Linetty (23’). Non ha sanzionato Mancini per un fallo su Belotti che lo ha costretto a ricorrere alle cure dello staff medico e a uscire dal campo prima sorretto prima di farvi rientro (26’). Dando il rigore ci stava l’ammonizione a Bremer (42’). Corretti i gialli a Villar per il fallo su Linetty (56’) e a Lyanco per aver toccato duro Pellegrini (78’). Ha richiamato verbalmente Bonazzoli per un fallo da dietro, non particolarmente cattivo, a Smalling (88’). Ha ammonito Calafiori per intervento in ritardo su Bremer (90’+2’).