Le pagelle di Milan-Torino: due belle parate di Vanja non bastano. Positivi Gineitis e Adopo. Vlasic e Sanabria lasciano a desiderare. Djidji e Rodriguez potevano fare meglio

10.02.2023 23:56 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Schuurs e Giroud
TUTTOmercatoWEB.com
Schuurs e Giroud
© foto di © DANIELE MASCOLO

Milinkovic-Savic: 6 Due parate importanti, ma non è riuscito a evirare il gol di testa di Giroud. Dopo una giocata nello stretto Brahim Díaz ha dato a Theo Hernández che col mancino non ha inquadrato lo specchio della sua porta (3’). Leão ha provato da dentro l’area la conclusione, ma Schuurs ha ribattuto evitandogli problemi (6’). Su sviluppo da calcio d’angolo battuto da Tonali, il primo per il Milan, l’imbucata di Theo Hernández per Leão ha allontanato di pugno il tiro di quest’ultimo (29’). Sulla sponda di Leão, con il mancino Theo Hernández ha concluso senza inquadrare la sua porta (30’). Ha preso palla dopo un controllo errato di Kalulu (34’). Impreciso il tiro di Saelemaekers per impensierirlo (41’). Sulla verticalizzazione di Giroud una deviazione ha fatto arrivare la palla a Leão che ha concluso senza però sorprenderlo (54’). Díaz ha liberato in area Giroud che di prima intenzione col sinistro lo ha costretto in due tempi a evitare il gol: ottimo lo scatto girandosi, dopo che la palla gli era passata sotto il corpo, ad andare a impossessarsi della sfera a un soffio dalla linea di porta prima che ci arrivasse Thiaw (57’). Sul traversone di Hernández, Giroud ha svettato su Djidji e di testa ha girato in porta sbloccando il risultato (62’). Kalulu dalla trequarti ha dato in area a Hernández che a tu per tu con lui ha mandato sul fondo (76’). E’ andato nell’area rossonera in occasione del calcio d’angolo (90’+2’) e ha saltato, ma è stato anticipato da Miranchuk (90’+3’).

Djidji: 5 Non è sempre riuscito a contenere Leão e si è fatto beffare da Giroud. Sull’allungo di Leão prima che arrivasse in area lo ha fermato (7’). Ha fermato Leão (52’). Giroud gli ha preso il tempo e svettando ha segnato (78’). (Dall’ 80’ Gravillon: n.g. Ha debuttato con la maglia granata. Hernández gli ha portato via la palla (84’)). 

Schuurs: 6 Ha bloccato nel primo tempo Giroud, ma nel secondo il francese ha sfoderato le sue qualità e l’esperienza e ha faticato un po’. Leão ha provato da dentro l’area la conclusione, ma lui ha ribattuto (6’). Sull’angolo battuto da Vlasic sul primo palo, in spaccata non ha inquadrato la porta (17’). Ha visto scattate Sanabria e gli ha dato palla (50’). Ha allontanato il cross in mezzo di Hernández (53’).

Buongiorno: 6,5 Ha tenuto testa a Brahim Díaz negli uno contro uno e in più occasioni ha vinto il duello. Ha anticipato Díaz e ha servito al limite Miranchuk (10). Altro anticipo su Díaz (27’). Ha dovuto uscire, zoppicando vistosamente, a causa di un problema fisico. (Dal ‘58 Vojvoda: 5,5 Poco incisivo in fase di spinta e anche sprecone. Ha ricevuto palla da Miranchuk e dal limite il suo diagonale non ha inquadrato la porta (61’). Gabbia gli ha portato via la palla (73’). I suo tiro è stato murato dalla difesa rossonera (76’)).    

Singo: 5,5 Ha partito Hernández e in generale le ripartenze rossonere. Ha provato a rendersi pericoloso in fase offensiva con alterne fortune. Ha marcato stretto Leão in area che però è riuscito a fare sponda per Theo Hernández (30’). E’ scattato sulla palla di Mirancuk, ma è stato anticipato da Hernández (39’). Dal limite ha concluso col mancino troppo centralmente e Tatarusanu in due tempi ha fatto sua la palla (56’). Ha messo un traversone per Karamoh (74’).

Gineitis: 6 Al debutto in Serie A senza mai aver disputato gare nelle categorie inferiori, sebbene avesse già giocato con la Nazionale maggiore della Lituania. Ha dimostrato buona personalità, tanto più per un diciottenne. Qualche sbavatura, ma del tutto giustificabile. Con un tocco di tacco in area di rigore ha servito Rodriguez (4’). Si è inserito in area e Mirancuk ha provato a servirlo, ma la palla era un po’ troppo lunga e Kjær ha potuto intervenire (9’). (Dal ‘46 Linetty: 5,5 Ha svolto il compitino, ma poteva fare di più. E’ andato in copertura sull’accelerazione di Theo Hernández che era entrato in area (53’)).

Adopo: 6,5 Qualche appoggio non preciso, ma sa sfruttare il suo fisico e capire le situazioni di gioco. Saelemaekers ha fermato la sua azione prendendogli la palla (11’). Ha rincorso la palla che però era troppo lunga (25’). Ha messo una pezza sul retropassaggio di Sanabria (54’). (Dal ‘70 Karamoh: 5,5 Quasi non pervenuto. Sul traversone di Singo, ha tagliato sul primo palo però Kalulu lo ha anticipato in angolo (74’). Ha cercato di entrare in area, ma è stato fermato da Thiaw (90’+2’)).

Rodriguez: 5,5 Giocare sulla fascia non è il suo ruolo non avendo il passo e quando ha fatto il braccetto di sinistra si è trovato un po’ meglio, ma qualche pallone di troppo o ha sbagliato, soprattutto quando doveva impostare. Servito col tacco da Gineitis è stato atterrato da Saelemaeker  (4’). In mezzo al campo ha perso palla e così Díaz ha dato a Leão che palla al piede ha allungato (7’). Quando è uscito Buongiorno è andato a ricoprire a sua posizione consueta (58’). Ha ricevuto da Vlasic e ha messo in mezzo, ma di testa Thiaw ha liberato (13’). Ha allontanato il cross di Hernández (68’). Ha sbagliato il traversone (78’).

Miranchuk: 6 I lampi spesso nono partiti da sue giocate, anche se non ha ancora ritrovato del tutto lo smalto dei tempi migliori. Ha visto l’inserimento in area di Gineitis e ha provato a servirlo, ma ha messo la palla un po’ troppo lunga (9’). Al limite dell’area ha ricevuto palla da Buongiorno e con il mancino a giro ha concluso, ma palla è terminata alta sopra la traversa (10’). Tonali ha fermato una sua ripartenza fallosamente (12’). Con un tocco morbido ha dato a Singo (39). Ha fatto una bella giocata in mezzo al campo e ha cambiato gioco per Vojvoda (61’). Su calcio d’angolo, ha settato più in alto di tutti, anche di Vanja, ma ha mandato alto (90’+3’).    

Vlasic: 5,5 Non è in forma, ma qualche spunto in più da lui lo si aspetta. Kjær lo ha chiuso (2’). Ha stoppato al volo e ha servito Rodriguez (13’). Ha calciato l’angolo verso il primo palo (17’). Tonali lo ha fermato (32’). Ha pressato Díaz senza però riuscire a prendergli il pallone (35’). Con un traversone morbido ha provato a servire in area Sanabria (52’). (Dall’ 80’ Radonjic: n.g. E’ stato fermato da Kalulu (82’). Saelemaekers lo ha bloccato in angolo (85’). Si è rifatto su Saelemaekers vincendo il duello (86’). Non ha controllato una palla difficile (90’+4’)). 

Sanabria: 5 Non ha sfruttato le occasioni che ha avuto e si è mangiato un gol che avrebbe potuto cambiare l'andamento della partita. Ha perso palla pressato da Leão (18’). Si è accentrato e al limite dell'area di rigore ha tirato con il mancino sfiorando il palo (19’). Un rimpallo in area lo ha favorito, ma Tatarusanu la parato il suo destro, ma c’era un suo fallo su Kjær (21’). Kjær è scivolato in area e lui è andato sulla palla e con l’esterno destro ha concluso, ma il portiere ha parato (37’). Schuurs lo ha visto scattare e gli ha dato il pallone, ma è stato anticipato da Kalulu che poi ha alleggerito su Tatarusanu (50’). Sul traversone morbido di Vlasic è stato anticipato di testa da Kjær (52’). Ha sbagliato il retropassaggio (54’). Si è liberato al limite dell’area, ma il suo mancino è stato deviato prima che arrivasse in porta (59’).

Ivan Juric: 5,5 Purtroppo non gli è riuscito di battere il Milan per la terza volta in questa stagione. Resta così per il Torino il tabù del Meazza in campionato che non viene espugnato contro i rossoneri dal 24 marzo 1985. Ha fatto scelte coraggiose per sopperire alle assenze, in particolare quella di Ricci, ma non è bastato. Forse si potevano sfruttare di più le difficoltà del Milan nel primo tempo.
Aveva annunciato che ci sarebbero state delle sorprese a centrocampo e così è stato: sulla fascia sinistra Rodriguez, a destra invece Singo e al centro i giovani Gineitis, debuttante assoluto in Serie A, sul centro-sinistra e Adopo. Difesa confermata con Milinkovic –Savic in porta e Djidji, Schuurs e Buongiorno. Sulla tre quarti Miranchuk e Vlasic alle spalle della punta Sanabria.
I suoi sono partiti subito bene: hanno manovrato con sicurezza  mostrandosi aggressivi, facendo girare la palla, andando a prendere alto l’avversario, giocando spesso nella metà campo avversaria facendo la partita e mettendo in difficoltà il Milan. Anche se i tiri in porta sono stati sostanzialmente paritetici e nessuno è riuscito a sbloccare il risultato.
Nella ripresa il Milan con determinazione ha spinto sull’acceleratore trascinato anche dai suoi giocatori migliori riuscendo a creare più di un’occasione da gol e andando in vantaggio con Giroud (62’). La sua squadra non si è però persa d’animo e ha ricercato il pareggio senza riuscire ad ottenerlo, ma è mancata quella ferocia agonistica per continuare a mettere in difficoltà i rossoneri.  

MILAN: Tatarusanu: 6; Thiaw: 6; Kjær: 5,5 (dal ‘74 Gabbia: 6); Kalulu: 6; Saelemaekers: 5,5 (dall’88 ’ Calabria: n.g.); Tonali: 5,5 (dall’ 88’ Pobega: n.g.); Krunic: 5; Theo Hernández: 6,5; Brahim Díaz: 5,5 (dal ‘78 De Ketelaere: n.g.); Giroud: 7 (dall’88 ’ Origi: n.g.); Leão: 5.
Stefano Pioli:6 .

Arbitro Giovanni Ayroldi: 5,5 Le sue decisioni non hanno sempre convinto. Ha richiamato solo verbalmente Tonali che aveva fermato fallosamente una ripartenza di Miranchuk (12’). Ha ammonito: Gineitis per un’entrata rude su  Saelemaekers (24’); Kjær per aver fermato scorrettamente Singo partito in contropiede (32’), con proteste dei rossoneri che chiedevano il fallo precedente di Adopo su Leão. Ha valutato ininfluente il contatto in area fra Sanabria, che ha protestato, e Kjær (37’). Ha giudicato regolare l’intervento di Gineitis su Krunic (45’). Ha mostrato il giallo: a Buongiorno per aver fermato rudemente, trattenendolo, Brahim Díaz (49’); Schuurs per un fallo su Tonali (69’); Radonjic per aver fermato irregolarmente De Ketelaere partito in contropiede (82’).