Lavoro atletico per essere al top per la gara con lo Spalato

Corsa, scatti, palleggi e palestra questa mattina. Nel pomeriggio ci sarà un allenamento tattico in vista della partita di giovedì d’Europa League.
16.08.2014 11:41 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Lavoro atletico per essere al top per la gara con lo Spalato
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Allenamento parzialmente sotto la pioggia, leitmotiv di quest’estate, con la squadra divisa in due gruppi, il primo era formato da: Padelli, Bovo, Maksimovic, Moretti, Darmian, Vesovic, Bruno Peres, Nocerino, Vives, Gazzi, Sanchez Miño, Molinaro e Quagliarella. Corsa e i tipici esercizi di riscaldamento per iniziare, poi Padelli con il preparatore Di Sarno si è allontanato dai compagni per andare a bordo campo a lavorare eseguendo esercizi specifici per i portieri, mentre gli altri si sono dedicati prima al controllo della palla e ai passaggi in spazi ristretti e dopo hanno ampliato il repertorio anche ai colpi di testa. Finita questa prima parte sul campo il primo gruppo di giocatori si è recato in palestra.

 

Poco dopo dagli spogliatoi è uscito il secondo gruppo, più fortunato perché aveva smesso di piovere e c’era anche uno spiraglio di sole, formato da: Gillet, Avramov, Glik, Jansson, Cinaglia, Masiello, Gaston Silva, Benassi, Ruben Perez, El Kaddouri, Cerci, Martinez, Barreto e Larrondo. Cerci prima di iniziare a lavorare si è soffermato a parlare qualche minuto con mister Ventura, mentre i compagni facevano il torello; come il solito il pubblico ha fatto sentire ad Alessio tutto l’affetto del popolo granata, fosse per i tifosi rimarrebbe al Toro a vita. Chiaramente anche il secondo gruppo ha eseguito lo stesso tipo di lavoro del primo. Nel frattempo il primo gruppo, finito di faticare in palestra, era uscito sul campetto laterale, e a seguire in una porzione del terreno di gioco principale, per fare scatti anche con cambi di direzione.
Nel pomeriggio ci sarà un altro allenamento, ma sarà tattico e a porte chiuse in modo da preparare al meglio la partita con il Rnk Split valevole per i play-off d’Europa League e propedeutica, con quella di ritorno del 28 all’Olimpico di Torino, ad accedere alla fase a gironi.