La vittoria sulla Juventus in Coppa Italia sarebbe un capolavoro

La Juventus é in un momento positivo nonostante il passo falso con il Siviglia in Champions League. Il Torino deve saper cogliere l’opportunità di crescita offerta da questa partita.
14.12.2015 07:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per Torinogranata.it
La vittoria sulla Juventus in Coppa Italia sarebbe un capolavoro
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Di per sé una vittoria seppur in un derby e in un match da dentro o fuori di ottavi di Coppa Italia non é la partita per eccellenza, sono ben altre le gare di questo livello e valore, ma se il Torino mercoledì sera battesse la Juventus sarebbe una grande performance perché avrebbe la meglio su una squadra che é in grande forma, sei vittorie nelle ultime sei gare in campionato a partire proprio dal derby, e con una mentalità vincente dovuta all’abitudine a vincere. Certo il valore assoluto di una partita dipende anche dall’atteggiamento con il quale si presentano in campo le squadre e da episodi positivi o negativi e da come sono sfruttati oppure sprecati, però se il match è approcciato da tutti con la dovuta concentrazione il valore é alto.

Per il Torino affrontare la Juventus fra due giorni sarà più difficile rispetto a un mese e mezzo fa in campionato. Allora i bianconeri stavano iniziando a venir fuori da un avvio di campionato fra i peggiori della loro storia e vinsero con un gol al novantatreesimo, che poteva essere evitato dai granata se fossero stati un po’ più accorti. Oggi, invece, la situazione é cambiata e la squadra di Allegri ha trovato gli equilibri che le servivano, i giocatori arrivati in estate si stanno integrando sempre di più partita dopo partita e la forma fisica di quasi tutti i calciatori sembra parecchio buona. La gara e la vittoria per tre a uno sulla Fiorentina di ieri sera ne é la prova.

I granata per avere la meglio sui bianconeri dovranno fare di più e meglio dell’ultima volta. Sperare che la Juventus sia stanca per aver giocato tre giorni prima o che snobbi un po’ l’avversario potrebbero essere valutazioni decisamente errate. Il Torino sabato non ha giocato con il Sassuolo a causa della nebbia e indubbiamente ha risparmiato delle energie, ma in due giorni i giocatori professionisti recuperano e dopo la sconfitta a Siviglia in Champions costata il primo posto nel girone è difficile che la Juventus sottovaluti un avversario, anche se si tratta solo di una gara di Coppa Italia. Il solito atteggiamento attendista del Torino per poi provare a ripartire o affrontare più a viso aperto la Juventus possono essere soluzioni allo stesso tempo valide o non azzeccate. È banale dirlo, ma solo con una partita dal primo all’ultimo secondo senza errori e soprattutto una mentalità vincente possono mettere il Torino nella condizione di battere la Juventus. Riuscirci potrebbe essere il salto di qualità che da tempo tifosi e critici si aspettano dai granata. Ventura dovrà superare se stesso nell’impostare la partita e nel scegliere chi mandare in campo per confezionare il capolavoro e i giocatori dovranno essere perfetti.