La partita con la Juventus non distolga l’attenzione del Torino dal Sassuolo

Il match di sabato in campionato con i neroverdi ha valore per i granata in chiave Europa League tanto quanto quello di mercoledì in Coppa Italia con i bianconeri.
10.12.2015 13:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per Torinogranata.it
La partita con la Juventus non distolga l’attenzione del Torino dal Sassuolo
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Inizia a salire la febbre da derby e fino a quando tiene banco fra i tifosi va tutto bene, grave sarebbe se la partita di Coppa Italia con la Juventus di mercoledì prossimo entrasse troppo presto nella testa dei giocatori granata perché sabato in campionato devono affrontare il Sassuolo e scendere in campo al Mapei Stadium distratti potrebbe essere fatale. A parole non esiste giocatore o allenatore che nei giorni che precedono una gara ammetta che il pensiero della partita successiva distoglie anche solo in parte l’attenzione da quella precedente, ma poi in talune occasioni i fatti che si vedono sul terreno di gioco indicano che il pensiero era altrove.

Non ci sono indicazioni che facciano pensare che i giocatori granata o Ventura siano “distratti” dal pensare al Sassuolo perché già concentrati sulla Juventus, però un preventivo “richiamo all’ordine” non fa mai male. Se tutti sono concentrati sulla partita di sabato tanto meglio, ma se qualcuno già facesse correre la mente a mercoledì, allora torni sui suoi pensieri subito. Vincere la Coppa Italia garantisce l’accesso all’Europa League esattamente come arrivare quinti in campionato.

Il Sassuolo è una squadra organizzata, con discreti calciatori e un gioco collaudato che sta dando i suoi frutti e il sesto posto in campionato a una sola lunghezza dalla Juventus ne è la conferma. Quindi, non affrontare i neroverdi con la giusta concentrazione e determinazione quasi certamente porterebbe il Torino alla sconfitta, senza garanzie che poi mercoledì i granata battano la Juventus e la eliminino dalla Coppa Italia, figuriamoci poi se avvenisse il contrario: doppio danno e doppia beffa. Prima il Torino faccia di tutto per battere il Sassuolo e tenersi nel gruppetto delle squadre che lottano per andare in Europa League e poi appena l’arbitro fischia la fine della partita tutti i pensieri vadano alla Juventus e a lavare la beffa dell’ultimo derby di campionato perso per il gol segnato da Cuadrado al novantatreesimo.