Il Toro crolla di nuovo nella ripresa, tiene solo il Gallo

26.09.2020 16:50 di M. V.   Vedi letture
© foto di Image Sport
Il Toro crolla di nuovo nella ripresa, tiene solo il Gallo

Dopo la sconfitta nella prima partita contro la Fiorentina, ne arriva subito un'altra, quella interna contro l'Atalanta, su un campo ai limiti dell'impraticabilità (come è possibile?) e il copione, per un certo punto di vista, dopo una settimana non è cambiato: il Toro rimane in partita, anche brillantemente, nel primo tempo, sparendo totalmente nella ripresa e venendo punito per la quarta volta. Qualche incertezza difensiva si è vista, soprattutto si è capito una volta per tutte che Berenguer non può giocare sulla trequarti per tutto il campionato e che Verdi, subentrato nella ripresa, è ancora fisicamente molto indietro. Una sola nota positiva in questo nuovo ko, la presenza sempre più indispensabile in campo del Gallo Belotti, autore di una doppietta davvero pregevole suggellando la sua superiorità su tutti i compagni che però non è bastata per impedire agli uomini di Gasperini di espugnare l'Olimpico Grande Torino. Vagnati parla di priorità verso l'attacco, ma l'assenza di un vero trequartista (ma anche di un calciatore in grado di poter quantomeno creare qualcosa di buono) si è nuovamente palesata, ancor più che nel ruolo di regista, che ha visto Rincon (poi infortunatosi, attenzione) disputare un gara all'altezza, anche se non in regia pura ma come vertice basso difensivo. Dopo due partite zero punti, non si può solo colpevolizzare la preparazione ad handicap per via del Covid, una scusa che non regge più. Male anche all'esordio Murru, corresponsabile in tre delle quattro reti subite, spesso colto in fallo nel posizionamento difensivo, mentre appare positiva la prova di Rincon, non nel ruolo di regista classico (non si può pretendere possa farlo), ma in quello che sa fare meglio, il filtro a centrocampo.