Il ritorno di Belotti un valore aggiunto che va sfruttato dal Torino con la Sampdoria

28.11.2020 10:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Andrea Belotti
TUTTOmercatoWEB.com
Andrea Belotti
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Battere l’Entella in Coppa Italia in modo da accedere agli ottavi senza avere in campo Andrea Belotti era per il Torino il minimo sindacale, con tutto il rispetto per i liguri, riuscirci con l’Inter decisamente molto meno, ma per come si era messa la partita, con i nerazzurri che per sessantadue minuti hanno avuto la testa altrove e non erano entrati in partita e il vantaggio di due a zero, la sconfitta pesante per quattro a due doveva essere assolutamente evitata. Archiviato ciò che è stato si guarda al futuro e c’è il campionato da portare avanti.

Belotti nel posticipo della nona giornata con la Sampdoria ci sarà in quanto va meglio il riacutizzarsi della gonalgia al ginocchio destro, anche se ieri ha ancora svolto una seduta di lavoro personalizzato e averlo in campo per il Torino è un grande valore aggiunto, che va assolutamente sfruttato. La classifica dei granata è deficitaria con solo cinque punti incamerati in otto giornate e il penultimo posto in coabitazione con il Genoa e i blucerchiati arrivano da un periodo negativo due sconfitte nelle ultime due partite in campionato con Cagliari e Bologna e il derby perso in Coppa Italia tre a uno dopo essere andati in vantaggio, ma hanno una classifica pur avendo avuto un inizio di stagione altalenante non male visto occupano il decimo posto insieme al Cagliari con dieci punti, il doppio di quelli dei granata. Se da una parte la squadra di Ranieri vorrà riscattarsi dall’altra quella di Giampaolo non può averne meno, anzi.

I sei gol finora realizzati dal “Gallo” non sono serviti più di tanto perché vanificati da errori anche marchiani e soprattutto dal un atteggiamento scellerato che ha portato alle cinque sconfitte, quattro delle quali con rimonte degli avversari (Atalanta, Cagliari, Lazio e Inter), ai due pareggi (Sassuolo, altra rimonta) e Crotone e all’unica vittoria con il Genoa. Belotti è andato a segno con due doppiette con Atalanta e Cagliari e con una rete con Sassuolo e Cagliari, ha realizzato un assist e creato complessivamente undici occasioni da gol oltre al grande contributo che dà sempre in campo svariando su tutto il fronte d’attacco, andato anche indietro a prendersi palloni e dando una mano in fase difensiva. Spesso però i compagni non lo supportano adeguatamente e non lo riforniscono di palloni sfruttabili. E arrivata l’ora di farlo tenuto conto che il calendario prima della sosta natalizia proporrà dopo la Sampdoria, alternando gare in trasferta e in casa, Juventus, Udinese, Roma, Bologna e Napoli. E’ evidente che per il Torino sarà fondamentale vincere almeno con blucerchiati, friulani e rossoblù. Belotti il suo lo farà sicuramente e gli altri? Staremo a vedere.