Il rinnovo di Maxi Lopez una bella notizia … ora si attendono i gol

Due gol fatti, un autogol propiziato e un assist sono l’attuale bottino di Maxi Lopez e tutti si aspettano che torni a essere ancora più determinate, come lo era stato nella stagione scorsa.
25.11.2015 07:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per Torinogranata.it
Il rinnovo di Maxi Lopez una bella notizia … ora si attendono i gol
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Maxi Lopez da quando è arrivato al Torino, il tredici gennaio scorso, è passato dal suscitare non poche perplessità, poiché nel Chievo giocava poco e sembrava destinato a sparire dai radar del calcio che conta, a diventare un idolo dei tifosi perché a suon di gol, tra i quali tre fondamentali in Europa League per passare il turno ai danni dell’Athletic Bilabo, e prestazioni di livello si è rivelato un attaccante degno di tale nome. L’argentino è entrato nei cuori dei tifosi non solo per quello che ha fatto vedere in campo, ma anche per essere un uomo capace di mantenere le promesse: al termine della partita con il Chievo il diciassette maggio disse che voleva arrivare in doppia cifra con la maglia del Toro e così fece. Infatti, fra campionato ed Europa League la scorsa stagione in ventidue partite segnò undici reti, giocò anche in Coppa Italia, portando a ventitré le gare disputate, ma in quell’occasione non segnò. A questo si aggiunge che ha sempre detto di trovarsi bene nel Torino e che gli sarebbe piaciuto restare in granata e in estate la società ha esercitato l’opzione per un altro anno e ieri gli ha rinnovato il contratto fino al 30 giugno 2018.

In questo campionato Maxi Lopez spesso è alternato a Belotti e non sempre gli è stato concesso lo spazio che gli permetterebbe di essere più prolifico in zona gol, come dimostrano i 690 minuti giocati e le 2 reti realizzate più l’aver costretto Gonzalez del Palermo all’autogol e aver fornito un assist. Per uno del suo calibro è un po’ poco, soprattutto tenendo presente che ha effettuato quattordici tiri e ha avuto dieci occasioni da gol e diciannove situazioni d’attacco, però va anche tenuto in debito conto che su dodici partite disputate solo tre le ha giocate per intero, mentre è partito titolare e poi è stato sostituito in tre ed è subentrato in sei.

Il Torino ha bisogno del miglior Maxi Lopez, lui non lesina mai l’impegno, quando è mandato in campo riesce a tenere più alto il baricentro della squadra ed è sempre una spina nel fianco per i difensori avversari che lo marcano stretto perché sanno quanto può essere pericoloso. Quando gioca in coppia con Quagliarella i due danno l’impressione di essere funzionali al gioco della squadra, grazie anche all’esperienza e all’avere il fiuto del gol, sempre fondamentale per un attaccante. Ora che a Maxi Lopez è stato rinnovato il contratto, senza nulla togliere agli altri compagni di reparto, si spera che Ventura gli conceda un minutaggio superiore che potrebbe consentirgli di ritornare a essere quello visto nella scorsa stagione. Variare modulo non è facile e può comportare dei rischi, ma un tridente formato da Quagliarella, Belotti e Maxi Lopez è intrigante e se i tre iniziassero a segnare con continuità tornare a disputare l’Europa League per il Torino potrebbe passare dall’essere una speranza a diventare una realtà.