Dallo 0-7 alla bestia nera Pioli: i granata cercano rivincite contro il Milan

09.04.2022 09:45 di Emanuele Pastorella   vedi letture
Dallo 0-7 alla bestia nera Pioli: i granata cercano rivincite contro il Milan
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Sette anni senza battere la capolista, il Toro ci riproverà domani sera. E nel 2015 fu un successo speciale: i granata riuscirono a superare la Juventus, quella resta l’ultima e unica vittoria in un derby dal 1995 ad oggi. Questa volta a guardare tutti dall’alto c’è il Milan, una formazione che è caduta sotto i colpi di Belotti e compagni soltanto due volte negli ultimi otto confronti. Entrambe le vittorie sono arrivate all’Olimpico Grande Torino e con le firme del Gallo, ma il precedente più recente mette i brividi: il 12 maggio del 2021, infatti, finì con un incredibile 0-7. Un’umiliazione sotto tutti i punti di vista, con il Toro che riuscì poi a ritrovarsi per conquistare gli ultimi punti per la salvezza ma la ferita resta aperta. Domani si cercherà la rivincita, anche se con Stefano Pioli i precedenti non fanno ben sperare.

Bestia nera

Il tecnico di Parma, infatti, ha perso contro i granata soltanto in cinque occasioni su ben 32 confronti. Ed è proprio contro il Toro che la media punti più alta di tutta la serie A, addirittura superiore ai due punti conquistati a partita. Ad Ivan Juric, poi, non va tanto meglio: su sei confronti, il croato ha superato il collega in un’unica occasione. Era il maggio del 2017, il Genoa riuscì a battere l’Inter con un gol dell’ex Goran Pandev. A completare il bilancio delle sfide tra i due allenatori ci sono ancora tre vittorie di Pioli e due pareggi.

Sfida Buongiorno-Rodriguez

Ecco perché Juric sta provando ad inventarsi qualcosa nel bunker del Filadelfia. Le ultimissime risposte arriveranno durante la rifinitura di oggi, fissata nel tardo pomeriggio per simulare il più possibile le condizioni del posticipo di domenica sera, anche se non sono previste grosse rivoluzioni. Rispetto a Salerno, però, verrà stravolta la trequarti: all’Arechi hanno iniziato Lukic e Pjaca, contro il Milan si tornerà al passato con Pobega e Brekalo. Il serbo verrà nuovamente abbassato in mediana al fianco di Mandragora e con la coppia Singo-Vojvoda sugli esterni, il riferimento offensivo sarà come al solito Belotti. Berisha è ormai il portiere titolare e Bremer non si tocca, Izzo è in netto vantaggio su Zima e sul braccetto di sinistra vanno ancora sciolti gli ultimi dubbi: Buongiorno è reduce dalla battaglia con Djuric e ha rimediato anche cinque punti di sutura in testa, ecco perché Rodriguez potrebbe spuntarla per completare il terzetto arretrato.