Cairo: “I giocatori fondamentali per il mister li abbiamo già presi”. E allora mercato in entrata finito per il Torino?

10.09.2020 15:00 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Urbano Cairo
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Urbano Cairo

Strategia? Forse. Rischio concreto che Giampaolo debba accontentarsi di Linetty, Rodriguez e Vojvoda? E’ molto probabile visto che il presidente Urbano Cairo ieri. ai margini della riunione della Lega Serie A, ha dichiarato: “I giocatori fondamentali per il mister li abbiamo già presi”, come riportato da Tuttosport. E se così sarà il nuovo progetto partirà con l’handicap di una rosa incompleta senza il regista basso e un vero trequartista. Lo si è scritto e riscritto e detto e ridetto che mancano i giocatori chiave al Torino. Infatti, nel ruolo di play davanti alla difesa può agire l’adattato Rincon o in alternativa, anche loro ricoprendo compiti non nelle loro corde, Lukic oppure Baselli, quando tornerà a disposizione, o anche Segre, che però è in odor di andare altrove per giocare con più continuità e completare il precorso di crescita. Ma mancherebbe anche un vero trequartista visto che potranno essere utilizzati Verdi oppure, se non saranno ceduti, Berenguer o Falque oppure Lukic, ma nessuno di loro ha le caratteristiche tecniche per il ruolo.

La buona volontà dei giocatori di darsi disponibili anche a ricoprire ruoli differenti è encomiabile così come l’adattarsi dell’allenatore, ma è deleterio perché se non si ha una grande fortuna, per non dire altro, nel corso della stagione si paga l’avere una rosa incompleta in ruoli che per il gioco del mister sono fondamentali, come lo sono per Giampaolo il regista basso e il trequartista. E’ già grave che a nove giorni dalla prima partita di campionato, il 19 alle ore 18 con la Fiorentina all’Artemio Fanchi, manchino queste due figure, figuriamoci se proprio non avviveranno. E conta davvero poco, per non dire nulla, se anche tante altre squadre non hanno ancora effettuato gli acquisti necessari per rafforzarsi perché se gli altri sbagliano non si deve imitarli, anzi converrebbe non commettere gli stessi errori così si partirebbe avvantaggiati. 

PERCHE'? - Perché Cairo non comprende l’importanza di dare tutti gli strumenti necessari all’allenatore? Va bene stare attenti ai conti, ma una squadra incompleta finisce per avere risultati inferiori e questo comporta incassi minori e quindi si ripercuote sui conti del club. E’ un circolo vizioso. Per carità, magari alla fine sarà preso qualcuno e si spera che si integri in fretta in modo da fare la differenza, però, il recente passato ha dimostrato che prendere all’ultimo i giocatori non paga, Verdi e non solo lui docet. Per un campionato senza patemi e per la serenità di Giampaolo, della squadra, dei tifosi e non ultimo dello stesso Cairo converrebbe rivedere certe posizioni inaugurando così un vero nuovo corso e progetto.